Italia Markets closed

Ue, Savona: Bce deve avere poteri di cambio e intervento -2-

Cos

Roma, 9 lug. (askanews) - Quindi, è il ragionamento, questi strumenti che mancano bisogna costruirli perché solo così si avrà "un'Europa più forte e più equa, obiettivo del programma di governo che la maggioranza ha già approvato con il voto di fiducia", ha affermato ricordando che domani avrà una audizione in Parlamento dove si discuteranno "i contenuti e alcuni dettagli di questa azione presentando il documento concordato in ambito del comitato interministeriale per gli affari economici".

Poi, a proposito della sua assenza al consiglio europeo scorso, Savona ha tenuto a puntualizzare: "io ho avuto le deleghe che conoscevo fin dall'inizio. Ho atteso il risultato del consiglio europeo perché volevo sapere esattamente come andava a finire nelle discussioni. Ho convocato il comitato interministeriale di cui ho la presidenza. Quindi ho anche più forza secondo me. Mi recherò domani in Parlamento ed esporró i risultati del comitato interministeriale. A questo punto il ciclo legittimante è praticamente concluso. Per cui io oggi mi muovo che ho il mandato del governo".

"La direttrice - ha concluso - non è tanto nella soluzione del singolo problema ma in previsione del fatto che noi dobbiamo avere una Europa più forte con il rafforzamento di tutte le sue istituzioni, la Bce, il Parlamento, la Commissione. La visione c'è e sono legittimato" a esporla, ha risposto a chi faceva notare le spinte sovraniste all'interno della Lega: "se poi qualcuno la vede in modo diverso lasciamo spazio alla libertà di parola", ha concluso.