Italia markets close in 5 hours 46 minutes
  • FTSE MIB

    21.177,49
    +110,94 (+0,53%)
     
  • Dow Jones

    29.590,41
    -486,29 (-1,62%)
     
  • Nasdaq

    10.867,93
    -198,87 (-1,80%)
     
  • Nikkei 225

    26.431,55
    -722,28 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    78,23
    -0,51 (-0,65%)
     
  • BTC-EUR

    19.801,65
    -61,33 (-0,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    438,16
    -6,38 (-1,43%)
     
  • Oro

    1.652,30
    -3,30 (-0,20%)
     
  • EUR/USD

    0,9661
    -0,0027 (-0,28%)
     
  • S&P 500

    3.693,23
    -64,76 (-1,72%)
     
  • HANG SENG

    17.855,14
    -78,13 (-0,44%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.348,42
    -0,18 (-0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,9015
    +0,0081 (+0,91%)
     
  • EUR/CHF

    0,9534
    +0,0025 (+0,26%)
     
  • EUR/CAD

    1,3166
    -0,0003 (-0,02%)
     

Ue verso nuovo Consiglio Energia straordinario entro fine mese

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bruxelles, 9 set. (askanews) - La presidenza di turno ceca del Consiglio Ue ha annunciato oggi di essere pronta a convocare una nuova riunione straordinaria dei ministri dell'Energia dei Ventisette entro la fine di settembre, se sarà necessario per approvare rapidamente le misure contro il caro energia che saranno presentate formalmente dalla Commissione europea martedì prossimo a Strasburgo.

Le misure, già formulate in modo informale in un "non paper" della Commissione mercoledì scorso, sono state discusse oggi a Bruxelles dai ministri dell'Energia in un'altra riunione straordinaria del Consiglio, dopo quella che aveva approvato in tempi record le misure del pacchetto Ue d'emergenza sul gas, il 26 luglio scorso.

"Posso promettere che il Consiglio è pronto a lavorare alle proposte della Commissione con la stessa velocità di luglio, quando abbiamo approvato le misure d'emergenza per il gas. Se necessario sono pronto a convocare un altro incontro straordinario del Consiglio per adottare soluzioni concrete prima della fine del mese", ha detto nella conferenza stampa al termine della riunione di oggi il vice primo ministro ceco, Jozef Sikela, che esercita la presidenza di turno del Consiglio Ue dell'Energia.

"Dobbiamo assicurare la sicurezza degli approvvigionamenti, preservare il mercato dell'energia dell'Ue e il commercio transfrontaliero, ma soprattutto non deludere i nostri cittadini e le nostre imprese", ha continuato Sikela.

"Quando Putin ha cominciato la sua guerra energetica - ha aggiunto - si aspettava di dividerci e di danneggiare le nostre società democratiche e le nostre economie. Non ci è riuscito e non ci riuscirà. L'Europa - ha concluso Sikela - è unita contro questa aggressione".