Italia markets close in 57 minutes
  • FTSE MIB

    24.514,47
    -204,34 (-0,83%)
     
  • Dow Jones

    34.167,23
    -179,80 (-0,52%)
     
  • Nasdaq

    11.148,62
    -77,73 (-0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.162,83
    -120,20 (-0,42%)
     
  • Petrolio

    75,80
    -0,48 (-0,63%)
     
  • BTC-EUR

    15.515,88
    -486,40 (-3,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    378,03
    -2,26 (-0,59%)
     
  • Oro

    1.747,90
    -6,10 (-0,35%)
     
  • EUR/USD

    1,0419
    +0,0014 (+0,14%)
     
  • S&P 500

    3.998,80
    -27,32 (-0,68%)
     
  • HANG SENG

    17.297,94
    -275,64 (-1,57%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.945,54
    -16,87 (-0,43%)
     
  • EUR/GBP

    0,8643
    +0,0048 (+0,56%)
     
  • EUR/CHF

    0,9833
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,3992
    +0,0086 (+0,62%)
     

Ue: zona euro investa nonostante calo economia, aiuti Bce contro inflazione

La sede centrale della Bce a Francoforte

BRUXELLES (Reuters) - I governi della zona euro dovrebbero coordinare le politiche di bilancio per il 2023 in modo da non entrare in conflitto con gli sforzi della Bce per contenere l'inflazione e dovrebbero continuare a investire anche durante la contrazione dell'economia alle porte, ha detto la Commissione europea.

"L'economia europea si trova ad affrontare un anno di sfide. Ma rimanendo uniti e perseguendo una risposta politica coordinata, saremo in grado di affrontarle", ha detto il commissario Ue per l'Economia, Paolo Gentiloni.

Uno dei principali problemi è la portata del sostegno che i governi forniscono a famiglie e a imprese per far fronte ai costi energetici record con la Germania, il Paese più ricco, che offre un pacchetto di aiuti pari a più del doppio rispetto a Francia e Italia.

Secondo la Commissione, tale sostegno non solo distorce la concorrenza nel mercato unico europeo, ma agisce anche come stimolo fiscale e ostacola gli sforzi della Bce per ridurre l'inflazione da record.

L'effetto negativo è amplificato dal fatto che il 70% delle misure di sostegno governativo sono di ampia portata e difficilmente revocabili, piuttosto che temporanee e mirate ai soggetti più vulnerabili dell'economia, ha commentato la Commissione.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Francesca Piscioneri)