Italia markets open in 2 hours 35 minutes
  • Dow Jones

    34.584,88
    -166,42 (-0,48%)
     
  • Nasdaq

    15.043,97
    -137,93 (-0,91%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1716
    -0,0015 (-0,13%)
     
  • BTC-EUR

    38.891,80
    -2.375,62 (-5,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.137,40
    -88,13 (-7,19%)
     
  • HANG SENG

    23.955,18
    -965,58 (-3,87%)
     
  • S&P 500

    4.432,99
    -40,76 (-0,91%)
     

Uiv-Ismea: previsioni vendemmiali -9%, resta primato produttivo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 set. (askanews) - Diminuisce del 9% la produzione di vino in Italia, attestandosi su 44,546 milioni di ettolitri. Nonostante la diminuzione, probabilmente "l'Italia manterrà probabilmente il primato produttivo" mondiale. Sono le stime diffuse durante la conferenza stampa di presentazione delle previsioni vendemmiali di Uiv in collaborazione con Assoenologi e Ismea.

I numeri, ha precisato Fabio Del Bravo di Ismea, sono stimati "su una campagna vendemmiale in cui il clima può ancora influire molto". E quindi viene ipotizzata una forchetta che "potrebbe essere tra i 43 e i 47 milioni di ettolitri e una produzione con un segno negativo che si attesti tra un -7% e un -11%".

A livello territoriale, il Nord secondo le stime si attesta a quota 23,9 milioni di ettolitri con un calo della produzione del 12% a causa delle gelate, il Centro a 3,7 milioni di ettolitri e un calo del 12% e il Sud a 16,8 milioni di ettolitri con un calo più contenuto, del 5%. Anche a fronte del segno positivo in Sicilia e Calabria, le uniche regioni italiane in cui la produzione aumenta. In Sicilia, che è un grande produttore, si registra una produzione in aumento del 9% e in Calabria del 10%. Per il resto, il calo produttivo interessa ogni regione italiana, con la Toscana a -25%, la Lombardia a -20%, il Piemonte, il Trentino Alto Adige e la Ligura a -10% e il Veneto a -7%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli