Italia markets open in 3 hours 59 minutes
  • Dow Jones

    35.064,25
    +271,55 (+0,78%)
     
  • Nasdaq

    14.895,12
    +114,62 (+0,78%)
     
  • Nikkei 225

    27.744,24
    +16,14 (+0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1825
    -0,0013 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    34.128,40
    +569,03 (+1,70%)
     
  • CMC Crypto 200

    994,14
    +18,24 (+1,87%)
     
  • HANG SENG

    26.073,69
    -131,00 (-0,50%)
     
  • S&P 500

    4.429,10
    +26,44 (+0,60%)
     

Un asse verde su ferrovia Cadorna-Malpensa, avanza il sogno di Fnm

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 2 lug. (askanews) - Ammodernare e dotare di nuove funzioni le stazioni di Cadorna, Bovisa, Saronno e Busto Arsizio, comprese le aree ad esse adiacenti. È questo l'obiettivo principale di Fili, progetto di rigenerazione urbana ed extraurbana promosso da Fnm, Ferrovienord e Trenord insieme a Regione Lombardia, presentato oggi a Palazzo Lombardia, che include la creazione di una pista ciclabile di 72,7 chilometri fra la stazione di Cadorna e Malpensa. L'asse è quello che unisce appunto l'aeroporto con il centro di Milano, corridoio fondamentale per le Olimpiadi di Milano Cortina 2026, e l'obiettivo è quello di trsformarlo in un'arteria di nuovi scenari urbani verdi, moderni e ad alta vivibilità, dopo un intervento di rigenerazione che si colloca tra i più grandi d'Europa.

Un intervento di oltre 188.000 metri quadrati, che arriverà a interessare progetti per un totale di 2 milioni di metri quadrati all'interno della Lombardia. Fili comprende inoltre la piantumazione di 800.000 alberi in circa 41.000 ettari attraverso 24 Comuni e la realizzazione di una Foresta Sintetica Pensile presso la stazione Cadorna, cioè un impianto di pannelli filtranti e camini inversi in grado di produrre ossigeno per la città di Milano. Il totale di risorse assegnate dalla Regione, attraverso vari strumenti, è di oltre 210 milioni di euro, ma a finanziare l'operazione complessiva sarà anche lo sviluppo immobiliare.

Fili, ha detto il presidente di Fnm, Andrea Gibelli, "propone un nuovo concetto di antropizzazione per la realizzazione di una Megacity lombarda, all'insegna dei valori dell'inclusività urbana e della sostenibilità ambientale, in linea con gli obiettivi dell'Agenda 2030 Onu e gli Sgds. Il progetto che presentiamo oggi prevede di riqualificare e rinnovare completamente in chiave sostenibile e con soluzioni architettonicamente all'avanguardia i principali centri di connessione sull'asse Milano-Malpensa".

"Al di là delle risorse - ha aggiunto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana - da presidente della Regione, rivendico soprattutto il grande lavoro compiuto per costruire le 'condizioni abilitanti' per creare gli spazi e arare il terreno sui cui questo progetto, e altri, spero, di pari visione, possano svilupparsi sul nostro territorio. Leve che spaziano da interventi che riguardano lo sviluppo sostenibile, nuovo mainstreaming di Regione Lombardia, ma anche transizione digitale, e soprattutto semplificazione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli