Italia markets open in 1 hour 38 minutes
  • Dow Jones

    29.926,94
    -346,96 (-1,15%)
     
  • Nasdaq

    11.073,31
    -75,29 (-0,68%)
     
  • Nikkei 225

    27.101,89
    -209,41 (-0,77%)
     
  • EUR/USD

    0,9801
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    20.353,22
    -526,83 (-2,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    453,85
    -9,28 (-2,00%)
     
  • HANG SENG

    17.783,17
    -228,98 (-1,27%)
     
  • S&P 500

    3.744,52
    -38,76 (-1,02%)
     

Un killer misterioso sta sterminando la popolazione ittica di uno dei più grandi fiumi europei

Migliaia di pesci sono stati trovati morti sul fiume Oder che attraversa la Germania e la Polonia, scatenando i timori di un disastro ambientale. I residenti sono invitati a stare lontano dall'acqua.

Michael Tautenhahn, vice capo del Parco Nazionale della Bassa Valle dell'Oder in Germania: "Ho visto e vedo gli animali morire davanti ai miei occhi. So che i pescatori perderanno il loro sostentamento, che i visitatori del nostro parco nazionale che vogliono vedere la sua fauna se ne andranno nel giro di pochi anni. Forse ci saranno solo turisti curiosi di vedere il catastrofe".

L'Oder è il secondo fiume più grande della Polonia, che attraversa anche la Germania. La causa esatta della morte di massa dei pesci, che è stata etichettata come un "disastro ecologico", rimane poco chiara.

Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha visitato oggi uno dei villaggi sul fiume Oder, Widuchowa, nel nord-ovest della Polonia, dove venerdì sono stati avvistati i primi pesci morti.

Così il premier polacco Mateusz Morawiecki: "Cari compatrioti, il mio impegno non è solo quello di trovare e punire i colpevoli, ma anche di minimizzare queste perdite il prima possibile e ripristinare lo stato originario diel fiume Oder, e credo che sarà possibile in breve tempo".

Fino ad oggi sono state rimosse oltre una dozzina di tonnellate di pesci morti in quello che è stato descritto come un disastro ecologico.