Italia Markets closed

Un leader mondiale nel settore della difesa

Paolo Crociato
·8 minuti per la lettura

Approfittando delle quotazioni favorevoli di questi giorni, nel report di oggi investiamo in una nuova società operante nel settore strategico della difesa, un comparto stabile e meno influenzato dalla congiuntura economica di breve termine. Per fare spazio a questo nuovo investimento, abbiamo deciso di liquidare in data di oggi due posizioni del portafoglio che hanno messo a segno consistenti rialzi negli ultimi mesi, nonostante la difficile situazione dei mercati, con performance superiori al 40% per entrambe da aprile 2020. Dopo queste performance record, secondo le valutazioni degli analisti internazionali da noi monitorati, i potenziali futuri di crescita per i due titoli appaiono più modesti (+2,4% a 12 mesi per la prima società e -2,3% a 12 mesi per la seconda). Anche i dividendi previsti appaiono più contenuti, con rendimenti rispettivi intorno all' 1% annuo. Su queste basi, preferiamo vendere i due titoli, realizzando l'ottima plusvalenza e destinare il controvalore all'acquisto della nuova società, che offre un dividendo più che triplo, e pari al 3,3% annuo, in costante rialzo da 27 anni consecutivi. Questa modifica di portafoglio, dovrebbe generare da subito ulteriori 214 dollari annui di dividendi aggiuntivi per il nostro portafoglio, abbinati a potenziali di apprezzamento superiori e ulteriori aumenti dei dividendi per i prossimi anni.

Come di consueto, iniziamo il primo report di ottobre con una dettagliata analisi dei dividendi incassati negli ultimi mesi per il portafoglio Top Analisti, il nostro popolare modello a rendita crescente con oltre 270 singole cedole accreditate per ogni anno solare. Come si evidenzia dai dati, il mese di settembre appena trascorso ha confermato il più alto flusso annuale di incassi dividendi per l'anno in corso, con un totale di lordo di 5.908 dollari, ripartiti su 29 cedole. Complessivamente, il totale dei dividendi del portafoglio è aumentato costantemente anno dopo anno, passando dai 28.771 dollari del 2010 ai 57.635 dollari degli ultimi 12 mesi (ottobre 2019 - settembre 2020), senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. Questo dato conferma il forte trend di crescita cedolare per il modello in atto già da diversi anni, in linea con i nostri obiettivi di produrre nel tempo una rendita passiva crescente, investendo in un ristretto gruppo di società internazionali leader, caratterizzate da lunghi track record di aumenti di utili e dividendi.

La nostra analisi evidenzia un dato significativo: negli ultimi 10 anni i dividendi che abbiamo incassato per il portafoglio Top Analisti hanno contribuito per quasi il 50% della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante ogni anno, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento è attestato ora al 8,3% annuo calcolato sui prezzi di acquisto (yield on cost), e al 3,4% sulle attuali quotazioni di borsa. Per raggiungere questi obiettivi, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo, sfruttando il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Ipotizzando per i prossimi 10 anni le stesse crescite dei dividendi registrate nell'ultimo decennio, potremmo aspettarci una rendita annua sui prezzi di carico di quasi il 17% annuo nel 2030!

Su queste basi, vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,4% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 17,6 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,8. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +20,0% (16,6% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Segue analisi dettagliata della nuova società.

Potenziale +30% per i prossimi 12 mesi e 27 anni di crescite dei dividendi - Un leader mondiale nel settore della difesa

Descrizione del business: Fondata nel 1934 e quasi 200.000 dipendenti, questa società è inserita ai primi posti nella speciale classifica redatta ogni anno da Forbes che raggruppa le aziende con il migliore  management al mondo, ed è una delle 40 multinazionali maggiormente capitalizzate a Wall Street, con ricavi per 80 miliardi, con una quota rilevante realizzata fuori dagli Stati Uniti. La società sviluppa e produce prodotti ad elevata innovazione tecnologica nell'ambito di aereospazio e difesa, includendo motori aeronautici, avionica, cybersecurity, missili, sistema di difesa aerea e droni. In qualità di primario appaltatore militare, l'azienda ottiene una significativa porzione del suo ricavato dal governo americano, rendendola meno soggetta all'andamento dei cicli economici.

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 27 anni consecutivi. Il dividendo attuale è pari al 3,3% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 87%. 

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili con una crescita media del 5% annuo composto. Per i prossimi 3 anni gli analisti stimano una crescita annua composta degli utili pari al 51% annuo composto.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a 15,8 volte gli utili attesi per il 2020. La capitalizzazione attuale è pari a 89 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 1,1 volte.

Performance in borsa: Dal 30 giugno 1972 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +8429% (fonte Morningstar). Nonostante il guadagno conseguito, il titolo quota oggi ad un livello inferiore del 37% rispetto ai massimi di fine gennaio 2020, creando una interessante opportunità di ingresso a prezzi scontati.

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 17 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 2 BUY su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell), con un target medio a 12 mesi pari a +31,5% dai valori attuali. Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo dell’1,5% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,7% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari a 3,3% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare dai livelli attuali. Sulla base di queste considerazioni investiamo oggi sul titolo per il nostro portafoglio Top Analisti.

Portafoglio ETF Italia

Descrizione portafoglio ETF Italia: Questo particolare portafoglio è composto esclusivamente da oltre 20 tra ETF e fondi chiusi, tutti quotati sulla borsa di Milano e facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online. Con oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti e operazioni di trading limitate, il portafoglio ETF Italia costituisce un potente e comodo strumento in grado di abbinare una rendita annua crescente a potenziali incrementi del capitale investito nel medio lungo termine, con una composizione bilanciata di azioni, obbligazioni, fondi immobiliari, materie prime e metalli preziosi. La facilità Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online