Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.568,67
    -567,27 (-1,61%)
     
  • Nasdaq

    15.513,37
    -269,47 (-1,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.821,76
    -462,16 (-1,63%)
     
  • EUR/USD

    1,1297
    +0,0004 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    50.516,94
    -1.703,09 (-3,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.454,05
    +11,27 (+0,78%)
     
  • HANG SENG

    23.475,26
    -376,98 (-1,58%)
     
  • S&P 500

    4.582,83
    -72,44 (-1,56%)
     

Un padre ha denunciato il figlio che aveva picchiato a sangue un 14enne

·2 minuto per la lettura

AGI - Si è recato dai Carabinieri, insieme ai suoi avvocati Ornella Nucci e Francesco Cribari, per denunciare il figlio il padre del ragazzo che avrebbe aggredito un 14enne all'uscita da scuola a Castrolibero, centro alle porte di Cosenza. L'episodio è di qualche giorno fa. L'uomo, dopo la confessione del figlio, ha scritto una lettera aperta.

"Da poche ore abbiamo appreso, da nostro figlio, che è lui l'autore dell'aggressione al giovane di Castrolibero", ha scritto l'uomo. "E, da quello stesso istante, il mondo ci è crollato addosso, con una sola certezza: quella di dover informare le Forze dell'Ordine. Il fatto, da qualunque angolazione lo si guardi, è di gravità inaudita. E' grave per la giovane vittima, è grave per la sua famiglia, è grave per nostro figlio, è grave per nostra figlia che, frequentando quella stessa scuola, rischia di portare il peso di comportamenti non suoi - scrive ancora l'uomo - e, se possibile, è ancora più grave per me e mia moglie, che stiamo vivendo il dramma di un fallimento. Perchè in questo momento ci troviamo a sperimentare che quello del genitore è veramente il mestiere più difficile al mondo".

Il genitore continua scrivendo: "Non facciamo altro che chiederci dove abbiamo sbagliato, dopo aver vissuto tutta la vita, e il nostro essere famiglia, guidati dai valori dell'accoglienza, della correttezza e del senso di responsabilità: valori lontani anni luce da queste azioni. Non so se avremo mai risposta a questa domanda, ma, proprio sulla base dei valori che ci guidano, riteniamo giusto che nostro figlio impari ad assumersi le sue responsabilità ed a rispondere delle sue scelte e delle sue azioni, sebbene ancora minorenne".

"Alla madre ed al padre della giovane vittima giunga il senso più profondo del nostro dolore per l'accaduto, - conclude la missiva - che è solo l'altra faccia di una stessa medaglia".

Il giovane aggredito, per motivi ancora da chiarire, ha passato diversi giorni in ospedale, con il volto tumefatto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli