Italia markets open in 31 minutes
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.100,38
    -584,99 (-1,97%)
     
  • EUR/USD

    1,2057
    +0,0016 (+0,13%)
     
  • BTC-EUR

    45.404,75
    -1.920,05 (-4,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.231,11
    -67,85 (-5,22%)
     
  • HANG SENG

    29.118,93
    +12,78 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     

Un prodotto semplice per un 8.4% annuo

Andrea Galeazzi
·2 minuto per la lettura

Partiamo dal post della scorsa settimana “Certificato all’idrogeno per un 12.9% annuo”. Come ho scritto, sto monitorando occasioni interessanti e nei giorni successivi è circolata la notizia su Plug Power che riguarda i bilanci degli anni fiscali 2018 e 2019: la società ha infatti dichiarato che dovrà riformulare i bilanci, ovvero la contabilità relativa a voci non monetarie e il modo con cui sono stati classificati alcuni costi. Tali dubbi sulla veridicità dei conti, per quanto mi riguarda, mette fuori dal mio radar tutti i certificate che hanno tale sottostante. Poi magari tutto si risolverà nel migliore dei modi, ma non è questo il tipo di rischi che voglio accollarmi.

Altra operazione che invece mi piace mettere in risalto e che mi auguro alcuni di voi abbia seguito, è quella sul PAC petrolifero con il certificate DE000HV4EV50 (potete cercare tale ISIN nel motore di ricerca interno) . Alla fine mi sono trovato con un prezzo medio di carico di circa 800€ e giovedì scorso il certificate è stato rimborsato a 1000€ a cui vanno sommate tutte le cedole sin qui percepite.

Ultimo aggiornamento invece riguarda il Portafoglio Italia: a tutti coloro che lo hanno sottoscritto è stata inviata un’email con la nuova composizione alla luce dell’operazione straordinaria di un titolo presente nel portafoglio stesso. Con il passare delle settimane le performance del Portafoglio Italia si fanno sempre più evidenti.

Veniamo finalmente all’argomento di oggi. Premetto che tra scadenze di certificate, cedole e dividendi, la mia liquidità attualmente supera il 20%, a memoria uno dei miei massimi ma i mercati hanno veramente corso molto e le scelte devono essere ancora più oculate.

Prodotto semplice e sottostante ben solido. Il meccanismo è semplice se Enel il 15/12/2022 si troverà sopra i 6,60225€ verrà rimborsato a 110,5€ altrimenti si subirà una perdita pari a quella del titolo.

Attualmente il certificate è acquistabile a 96,50 con un rendimento del 14,51% in circa 21 mesi, che equivale a circa un 8,4% annuo. Certo, abbiamo visto rendimenti ben più alti, ma stiamo parlando di un titolo poco volatile ed anche la barriera è posta ad un ottimo livello come si evince dal grafico sottostante:

In un’ottica di prudenza può sicuramente essere un’idea per l’impiego di parte della liquidità.

Tengo infine a precisare che, come tutti i post di questo blog, questo non vuole essere assolutamente un invito all'acquisto, bensì un analisi indipendente fatta in questi giorni dal sottoscritto.

Autore: Andrea Galeazzi Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online