Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.987,44
    +27,44 (+0,09%)
     
  • Nasdaq

    13.648,94
    +12,95 (+0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,18
    -276,11 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,2171
    +0,0027 (+0,22%)
     
  • BTC-EUR

    26.458,12
    +71,13 (+0,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    650,41
    +3,09 (+0,48%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    -767,75 (-2,55%)
     
  • S&P 500

    3.856,05
    +0,69 (+0,02%)
     

Un ultimo trimestre eccezionale per Piazza Affari

Gaetano Evangelista
·2 minuto per la lettura

Gli investitori brindano ad una annata iniziata in modo sciagurato, ma conclusasi brillantemente per gli investimenti in borsa. Esemplare l'efficacia dell'analisi tecnica di tipo statistico-quantitativo: da sempre, la nostra preferita. E ora, appuntamento al 2021 Yearly Outlook.

Limature di fine anno. Dopo un trimestre all’insegna del rialzo sfrenato, ci possono stare. Per l’All Share Italia, si tratterebbe del miglior quarto trimestre degli ultimi 21 anni. Da quando esiste la borsa telematica, un saldo superiore al 15% da ottobre a dicembre è stato conseguito soltanto altre quattro volte, e nel primo quarto dell’anno successivo Piazza Affari è salita in misura consistente in tutte le occasioni: del 7.5%, in media; mai meno del 6.4%. Più dell’approccio contrarian, può soltanto il momentum. Peccato che la casistica sia troppo scarna per poter scommettere su un simile setup.

Anche gli altri indici azionari si concedono una meritata pausa dopo una esaltante risalita. Esemplare lo Stoxx600, giunto in prossimità di quella che da mesi è indicata come l’ultima resistenza prima di nuovi massimi assoluti. Nuovi massimi raggiunti anche dal DAX – indice però di performance, non va dimenticato... - prima di qualche realizzo. La posta in gioco è elevata: un ulteriore sforzo nelle prossime ore ci consentirebbe di lasciare alle spalle un diaframma di una certa consistenza. La visione bullish godrebbe di un ulteriore upgrade qualitativo, dopo quelli proposti a giugno ed ottobre.

A proposito. Limature sono state registrate negli Stati Uniti, dove però si fa notare, in negativo, il Russell2000: reduce da un paio di sedute non del tutto memorabili. Negli ultimi tre giorni le small cap USA hanno accumulato un ritardo del 3.3% rispetto allo S&P500. Nel Rapporto Giornaliero di oggi ci siamo occupati fra l'altro degli effetti di questa debolezza relativa.

Ai lettori di questa colonna, formuliamo i nostri migliori auguri di un 2021 all'insegna dello S&P: Salute & Prosperità. Fra poche settimane l'attesissimo appuntamento con l'Outlook per i prossimi dodici mesi: oltre cento pagine di previsioni, raccomandazioni e strategie per i mercati finanziari di tutto il mondo. Come sempre, in esclusiva per i lettori del Rapporto Giornaliero.

Autore: Gaetano Evangelista Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online