Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.226,04
    +65,26 (+0,19%)
     
  • Nasdaq

    13.488,44
    +135,65 (+1,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    86,62
    +0,01 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    33.165,49
    +662,57 (+2,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    840,53
    -1,93 (-0,23%)
     
  • Oro

    1.785,60
    -9,40 (-0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,1153
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.357,83
    +31,32 (+0,72%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8329
    +0,0001 (+0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0380
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4254
    +0,0066 (+0,46%)
     

Un uomo armato di un fucile d'assalto ha fatto fuoco contro il mezzo nel villaggio di Gllogjan

·2 minuto per la lettura
Le unità dei soccorritori dopo l'attentato
Le unità dei soccorritori dopo l'attentato

Terribile attacco ad un scuolabus in Kosovo nella giornata di venerdì 26 novembre in cui sono morti due studenti e l’autista del mezzo e con una persona ferita in modo molto serio: stando alla ricostruzione dell’accaduto Un uomo armato di mitra ha fatto fuoco contro il mezzo nel villaggio di Gllogjan, vicino al centro urbano di Decani, e lo avrebbe fatto per dar seguito ad una sanguinosa faida fra compagnie di trasporto.

Attacco ad uno scuolabus pieno di studenti in Kosovo: non si sarebbe trattato di terrorismo

Questo almeno hanno ipotizzato le autorità che sembrano quindi aver escluso il movente del terrorismo. Quello che è invece certo è questo tremendo episodio di sangue ha colpito il mondo della scuola e la società kosovara. Il mezzo stava riaccompagnando gli studenti a casa quando un uomo a volto coperto si è materializzato di fianco la mezzo. Poi, prima di dileguarsi con un Ak-M80 Kalashnikov ha aperto il fuoco contro la fiancata, uccidendo sul colpo uno studente, una studentessa e il conducente del bus e ferendo in maniera grave un’altra persona.

Polizia al lavoro per dare un volto all’autore dell’attacco ad uno scuolabus pieno di studenti in Kosovo

Ha spiegato il vice comandante della stazione di polizia di Peja, Veton Elshani: “Ritienamo che ad agire sia stato un solo aggressore e stiamo facendo di tutto per ricostruire l’accaduto e individuare l’autore”. Anche se fonti indirette della polizia smentiscono la matrice terroristica non ci sono notizie sulla nazionalità degli studenti che potrebbero essere serbi, né è sfuggito il fatto che il massacro sia stato messo in atto un giorno prima della giornata dell’indipendenza albanese dall’islam ottomano.

Il cordoglio di presidentessa e premier per il terribile attacco ad uno scuolabus in Kosovo pieno di studenti

La giornata nazionale in questione cade il 27 novembre e viene festeggiata anche in Kosovo in quanto terra della diaspora del paese delle aquile. Parole di dolore e di fermissima condanna sono state espresse dalla presidentessa del Kosovo Vjosa Osmani e dal premier Albin Kurti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli