Italia Markets close in 7 hrs 34 mins

Una Finestra sull’Europa: Continua la Corsa di Piazza Affari, Oggi i Dati sulla Bilancia Commerciale Cinese

Alberto Ferrante

La giornata di ieri si è aperta con le dichiarazioni di Christine Lagarde, che ha parlato di una crescita in linea con le previsioni per i Paesi dell’eurozona.

Il Presidente della BCE ha reso noto che nel terzo trimestre del 2019 il PIL dell’Area è incrementato dello 0,3%, un valore che rappresenta una crescita alquanto moderata all’interno di un contesto globale ancora incerto.

Il coronavirus, è chiaro, non aiuta. Ma a compensare ci sono i primi “segnali di stabilizzazione” provenienti dall’accordo sui dazi tra USA e Cina, che dovrebbe tradursi in un taglio sui dazi ad alcuni prodotti cinesi.

Secondo i dati presentati dalla BCE nel report di ieri, nel terzo trimestre del 2019 l’occupazione è aumentata nell’eurozona di appena lo 0,1%, in rallentamento dunque rispetto ai valori precedenti, ma in linea con la crescita del prodotto altrettanto timida.

Ancora critici gli investimenti nel manifatturiero in Germania, un settore considerato da molti alla base dell’attuale indebolimento dell’eurozona.

I principali indici europei

L’Indice FTSE MIB ieri ha concluso in rialzo del +1,05% a quota 24490 punti, avvicinandosi ai massimi del 2018. Si attende che presto l’indice possa riuscire a superare il valore di 24550 punti, dopo aver segnato in questi giorni le performances migliori in Europa.

I risultati migliori a Piazza Affari sono stati quelli di Unicredit in crescita del +8,15%. Bper del +1,08% e FCA che dopo un rialzo al 3% ha chiuso timidamente intorno allo 0,8%. Lo spread Btp-Bund è sceso ulteriormente a 136 punti base e il rendimento del decennale resta stabile al 0,97%.

Con riferimento invece al DAX 30, questo ha chiuso a 13.574 punti (+0,72%), mentre Madrid ha chiuso in rialzo del +0,96%. performance buone anche per il CAC 40 al +0,88% e per L’FTSE 100 di Londra a +0,3%.

Le performances migliori in Europa sono state quelle di Deutsche Bank e Arcelor Mittal che superano in sessione rispettivamente il 12,9% e il 10,9%. Nel complesso, in Europa continua a trainare i mercati il settore bancario, mentre l’automotive resta in dormiveglia.

Ripple vola tra le criptovalute

La quotazione di Ripple ieri ha continuato a crescere superando in misura relativa anche i rialzi del Bitcoin. La ragione potrebbe essere l’intesa siglata con IME, International Money Express.

Sembrerebbe dunque che l’anno in corso possa segnare una rivincita per Ripple, che solo nel mese scorso ha raggiunto i 27/28 centesimi contro i 19 centesimi della fine del 2019.

Il Bitcoin ieri si è fermato invece a 8.882,69 euro.

Il Calendario economico dell’eurozona

Nel bollettino di ieri la BCE ha annunciato l’avvio di una revisione della sua politica monetaria per l’intero anno, che coinvolgerà anche l’occupazione e la sostenibilità ambientale.

Fino ad oggi, questa settimana è stata molto positiva per i mercati europei, e non solo. Evidentemente, i timori per il Coronavirus non stanno ancora minacciando le borse europee, grazie anche alle sagge politiche monetarie cinesi e all’allentarsi delle tensioni tra Cina e Stati Uniti d’America.

Per la giornata di oggi si attendono in primis i dati sulla produzione industriale in Germania e Francia, che dovrebbero mostrare un calo rispetto alla precedente rilevazione. In mattinata arriveranno anche i dati sulle vendite al dettaglio in Italia, previste leggermente in crescita dopo i pericolosi valori dello scorso mese.

Per la loro risonanza globale, saranno estremamente rilevanti anche i risultati della bilancia commerciale cinese.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: