Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.447,73
    -1.274,06 (-6,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8622
    +0,0015 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,0003
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Una start up porta la moda artigianale Made in Italy nel mondo

(Adnkronos) - Hanno tutti meno di 30 anni e vantano già curriculum internazionali Giovanni Friggi, Lorenzo Colucci, Carolina Du Chene e Vittorio Tatangelo, co fondatori della piattaforma Ad Hoc Atelier, marketplace online che ospita al suo interno solo brand etici, made in Italy e trasparenti. La start up, nata nel 2020 durante il primo lockdown, promuove prodotti di alta qualità fatti a mano da piccoli artigiani locali. La missione è puramente locale: andare a scovare i brand indipendenti italiani, per farli conoscere a tutto il mondo. “Selezioniamo e aggreghiamo i migliori artigiani e brand indipendenti made in Italy - spiega all’Adnkronos Giovanni Friggi, uno dei fondatori di Ad Hoc Atelier -. A oggi, sul nostro marketplace ci sono più di 100 artigiani che vendono le proprie creazioni in 16 Paesi. Noi li supportiamo nella vendita, mettiamo online i loro prodotti e li sponsorizziamo sui mercati esteri, in particolare in Germania, Austria e Medio Oriente".

Entrare in Ad Hoc Atelier è completamente gratuito "lavoriamo solo sulle commissioni di vendita - dice Friggi -. Per conto degli artigiani seguiamo tutte le fasi: prevendita, vendita, logistica e customer service. Abbiamo digitalizzato tutti questi processi e stiamo ricevendo ottimi feedback dagli artigiani che ci ringraziano per i lavoro che facciamo, perché con molti siamo arrivati a raggiungere cifre molto interessanti in Paesi dove prima non avevano mai venduto". Il risultato è tangibile. "A maggio 2022 abbiamo più che quadruplicato il nostro fatturato - osserva Friggi - e transato il +400% rispetto al mese precedente, a fronte di una spesa di marketing raddoppiata. Siamo riusciti a vendere le creazioni dei nostri artigiani in più di 25 Paesi e il boost lo ha dato l’introduzione dei Paesi Arabi nella nostra strategia di marketing".

Per selezionare un brand Ad Hoc Altelier segue sei criteri: basso impatto, artigianato, Made in Italy, eticità, sostenibilità, e 'realizzato da donne'. “Un dato importante è che il 69% degli imprenditori dei nostri brand sono guidati da donne - sottolinea Friggi -. E' un aspetto che valorizziamo tantissimo, soprattutto in un Paese come l’Italia in cui l’imprenditoria è più maschile che femminile. Questo è un aspetto al quale teniamo molto”. I prodotti che vanno per la maggiore su Ad Hoc Atelier "sono le friulane e i borsoni da viaggio - spiega Friggi -. Ma anche tutti i prodotti personalizzati, con le iniziali, loghi o i nomi dei clienti ricamati a mano. La prossima sfida sarà includere la categoria home decor per diventare sempre più orizzontali sull’artigianato, dalle ceramiche alle tovaglie...sono prodotti che ci invidiano in tutto il mondo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli