Italia Markets closed

UNC, previsioni negative spingono commercianti ad alzare sconti -2-

Cam

Roma, 2 gen. (askanews) - Nel dettaglio, il record della convenienza spetta agli Indumenti, che con un -24% registrano l'abbassamento dei prezzi maggiore, mentre il ribasso minore, come sempre, spetta agli Accessori (guanti, cravatte, cinture...), con una flessione dei prezzi del 14%, unica voce stabile rispetto a luglio 2019.

"Le previsioni negative sulle vendite stanno inducendo i commercianti ad alzare gli sconti praticati. Un risvolto, quindi, positivo per i consumatori a caccia di offerte vantaggiose" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

"I dati Istat, comunque, attestano che i ribassi solitamente reclamizzati in vetrina, 70% e 50%, sono ben lontani da quelli effettivi. Insomma, la vecchia abitudine di far magicamente lievitare la percentuale di sconto, gonfiando il prezzo vecchio, è molto diffusa, troppo. Per questo suggeriamo ai consumatori di guardare sempre al prezzo effettivo da pagare e di non farsi incantare da sconti troppo elevati" prosegue Dona.

"Inoltre, per chi abita nelle regioni dove i saldi inizieranno sabato, l'ideale è andare oggi o domani nei negozi a cercare quello che interessa, segnando il prezzo. Si potrà così verificare lo sconto reale e, alla partenza delle vendite di fine stagione, andare a colpo sicuro a prendere quello che piace, evitando inutili code" conclude Dona.