Ungheria, Draghi: Banca centrale credibile solo se indipendente

Budapest (Ungheria), 7 dic. (LaPresse) - "Una prerequisito per una politica monetaria credibile chiave è l'indipendenza della Banca centrale". Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, intervenendo a Budapest. Le parole di Draghi sono di solidarietà nei confronti del suo omologo ungherese, Andras Simor, che si è più volte scontrato con il governo del Paese per le scelte sui tassi di interesse. L'esecutivo ha tentato di mettere maggiori controlli sull'operato della Banca centrale dell'Ungheria. "Ogni istituto centrale nell'Ue - ha affermato Draghi - dovrebbe godere di indipendenza istituzionale, personale, funzionale e finanziaria. L'indipendenza istituzionale e personale protegge la Banca centrale e i membri dei suoi organi decisionali da influenze dirette o indirette di terzi nell'adempimento dei loro compiti". Negli ultimi quattro mesi la Banca centrale ungherese ha sempre tagliato i tassi per stimolare la crescita, ma con il voto contrario del presidente Simor e dei suoi due vice, messi in minoranza dai quattro membri del consiglio monetario di nomina governativa.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.183,84 0,25% 17:28 CEST
Ftse 100 6.695,35 0,31% 17:28 CEST
Dax 9.533,08 0,12% 17:28 CEST
Dow Jones 16.533,15 0,19% 17:44 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati