Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    40.006,64
    -697,09 (-1,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

UniCredit: agli azionisti dividendi 1,1 miliardi nel 2021 con riacquisti azioni proprie e in contanti

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

La combinazione della distribuzione ordinaria e di quella straordinaria in programma è pari a una remunerazione di capitale complessiva agli azionisti di €1,1 miliardi nel 2021, costituita da €0,8 miliardi di riacquisti di azioni proprie e €0,3 mld di dividendi in contanti". E' quanto è emerso da un comunicato dell'istituto, che è stato diffuso a sorpresa nella serata di ieri a seguito della riunione del Cda e non, come di consueto e come avrebbe dovuto essere, stamattina prima dell'apertura dei mercati. Il comunicato sottolinea che UniCredit conferma la politica di distribuzione ordinaria del capitale, con un payout ordinario basato sull'utile netto sottostante pari al 50 per cento (al massimo 30 per cento in contanti, minimo 20 per cento in riacquisto di azioni proprie). Come eccezione nel 2021, sulla base della raccomandazione della BCE del 15 dicembre 2020, la distribuzione ordinaria sarà limitata al massimo consentito, che per UniCredit è pari a €447 milioni. Inoltre, una proposta di distribuzione straordinaria di capitale dopo l'1 ottobre per un importo pari a €652 mln verrà sottoposta all'Assemblea degli Azionisti di aprile, integralmente in forma di riacquisti di azioni proprie.