Italia markets open in 3 hours 14 minutes
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.150,71
    -534,66 (-1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,2070
    +0,0029 (+0,24%)
     
  • BTC-EUR

    45.288,93
    -2.383,27 (-5,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.245,12
    -53,84 (-4,14%)
     
  • HANG SENG

    29.131,31
    +25,16 (+0,09%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     

Unicredit: disputa su stipendio d'oro non mette in dubbio nomina di Orcel (analisti)

Titta Ferraro
·1 minuto per la lettura

Continua a far discutere il maxi-stipendio da 7,5 milioni di euro previsto per Andrea Orcel, prossimo amministratore delegato di Unicredit. Due consulenti che quali Glass Lewis e Iss hanno raccomandato di votare contro la politica di remunerazione prevista per il nuovo ceo (2,5 mln fissi e 5 mln la parte variabile in azioni). Parallelamente, però, entrambi i proxy advisors hanno raccomandato di votare a favore della lista proposta che include Orcel come nuovo ceo. Per il primo anno la remunerazione variabile non è soggetta ad alcuna condizione di performance o clausola di claw-back. "Non crediamo che la nomina di Orcel sia a rischio e ci aspettiamo che venga nominato ceo dopo l'assemblea degli azionisti di aprile", commentano gli analisti di Intesa Sanpaolo che confermano la view neutral sul titolo con target price a 10,1 euro.