Italia markets open in 6 hours 8 minutes
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,63 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,95 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    29.610,90
    +644,89 (+2,23%)
     
  • EUR/USD

    1,2090
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    38.405,69
    -244,57 (-0,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    928,00
    -5,14 (-0,55%)
     
  • HANG SENG

    29.328,73
    +348,52 (+1,20%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     

UniCredit e Mps in rialzo a Piazza Affari con ipotesi fusione BPM. Focus Pop Sondrio, M&A con Bper?

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

Sessione positiva per i titoli delle banche italiane. I bancari beneficiano sia del sentiment presente sull'azionario globale e di Piazza Affari in generale, che dei rumor di un risiko bancario a tre che potrebbe essere orchestrato dal nuovo ceo di UniCredit, Andrea Orcel. Risiko a tre che potrebbe vedere protagoniste UniCredit-Mps-Banco BPM. Il quotidiano romano ricora che Andrea Orcel è "specializzato in merger multipli (Unicredit-casse, Abn-Santander-Fortis-Rbs)". Il suo DNA di dealmaker, di conseguenza, "potrebbe aprire con la tentazione di una combinazione a tre con Banco Bpm e Mps, scatenando un terremoto che metterebbe in discussione la leadership di Intesa SanPaolo". A Piazza Affari il titolo UniCredit sale dello 0,95%, Mps avanza di oltre +1%, Banco BPM è invece piatta. Intesa SanPaolo guadagna lo 0,57%. Bper, vista spesso come promessa sposa di Banco BPM, sale dello 0,63%; solida Banca Popolare di Sondrio. Gli analisti di Equita SIM hanno fatto notare che, "se si dovesse perseguire l'operazione ipotizzata da Il Messaggero, riteniamo diventi probabile un M&A tra Bper e Banca Popolare di Sondrio, la cui trasformazione in spa dovrebbe finalizzarsi entro fine anno".