Italia markets closed
  • FTSE MIB

    17.943,11
    +70,83 (+0,40%)
     
  • Dow Jones

    26.501,60
    -157,51 (-0,59%)
     
  • Nasdaq

    10.911,59
    -274,00 (-2,45%)
     
  • Nikkei 225

    22.977,13
    -354,81 (-1,52%)
     
  • Petrolio

    35,72
    -0,45 (-1,24%)
     
  • BTC-EUR

    11.637,86
    +249,99 (+2,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    265,42
    +1,78 (+0,68%)
     
  • Oro

    1.878,80
    +10,80 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1650
    -0,0029 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.269,96
    -40,15 (-1,21%)
     
  • HANG SENG

    24.107,42
    -479,18 (-1,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    2.958,21
    -1,82 (-0,06%)
     
  • EUR/GBP

    0,8992
    -0,0040 (-0,44%)
     
  • EUR/CHF

    1,0672
    -0,0013 (-0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5515
    -0,0035 (-0,23%)
     

Unicredit, nel piano sub-holding ipotesi di Ipo a Francoforte

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 13 ott. (askanews) - Unicredit "prova ad accelerare i tempi del progetto di scissione delle attività estere del gruppo". Lo scrive il Sole-24Ore, secondo cui il piano di divisione in due della banca, "preannunciato ufficialmente a dicembre 2019, non avrebbe ancora il consenso unanime del board". L'amministratore delegato Jean Pierre Mustier, "stando a indiscrezioni di fonti finanziarie, sarebbe orientato a portarlo all'approvazione del cda entro la fine dell'anno". Il progetto "si incrocia con la delicata scelta del nuovo presidente" e oggi è prevista una riunione del cda. "L'ultimo schema dell'operazione, secondo tre diverse fonti - spiega il quotidiano finanziario - prevede lo scorporo dalla holding italiana quotata a Milano delle attività estere del gruppo e la successiva quotazione della sub-holding paneuropea alla Borsa di Francoforte, tramite una Ipo che potrebbe riguardare fino al 49-50% del capitale". Anche la divisione Corporate & investment banking (Cib) basata a Monaco di Baviera "confluirebbe nella sub-holding. Con l'Ipo che avverrebbe attraverso la cessione delle azioni delle attività estere, la holding italiana incasserebbe risorse che ne aumentarebbero i ratios patrimoniali".