Italia Markets closed

Unimpresa: niente spending review, +42 mld uscite tra 2020 e 2022

Vis

Roma, 5 ott. (askanews) - Niente spending review sui conti pubblici. La spesa statale crescerà progressivamente nei prossimi tre anni: tra il 2020 e il 2022, quando le uscite sfonderanno il muro dei 900 miliardi, dalle casse del Tesoro usciranno, in tutto, 42 miliardi di euro in più rispetto al 2019. Salirà di 28 miliardi (+10%) la spesa per le pensioni e di oltre 5 miliardi (+7%) quella per le prestazioni sociali, di 4 miliardi (+2%) quella per gli stipendi dei dipendenti pubblici, di quasi 6 miliardi (+4%) l'esborso per forniture e servizi. Questi i dati principali dell'operazione fact checking realizzata dal centro studi di Unimpresa sulla nota di aggiornamento al Def approvato il 30 settembre dal Cdm, secondo la quale calerà la spesa per interessi sul debito creando un tesoretto di 5,1 miliardi (-8%) e la sanità subirà un aumento di oltre 5 miliardi (+4%).

"La spesa pubblica andrebbe tagliata seriamente: dalla lotta agli sprechi, che continuano a pesare sulla fiscalità generale, possono essere trovate le risorse per ridurre il peso delle tasse sulle famiglie e sulle imprese - commenta il vicepresidente di Unimpresa, Andrea D'Angelo - se non si interviene seriamente, i conti dello Stato resteranno in costante squilibrio finanziario e non si riusciranno mai a trovare le risorse per tagliare le tasse che deve restare la priorità di questo governo e di quelli futuri".

(Segue)