Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.265,37
    -450,02 (-1,30%)
     
  • Nasdaq

    13.768,92
    -385,10 (-2,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,67 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    86,29
    -0,61 (-0,70%)
     
  • BTC-EUR

    30.838,53
    -3.356,96 (-9,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    870,86
    +628,18 (+258,85%)
     
  • Oro

    1.836,10
    -6,50 (-0,35%)
     
  • EUR/USD

    1,1348
    +0,0031 (+0,27%)
     
  • S&P 500

    4.397,94
    -84,79 (-1,89%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,20 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8370
    +0,0053 (+0,64%)
     
  • EUR/CHF

    1,0341
    -0,0033 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,4273
    +0,0133 (+0,94%)
     

Università, Consulcesi: "Azione legale unica via contro numero chiuso a Medicina"

·1 minuto per la lettura

"L’azione legale rimane l’unica opzione contro il numero chiuso” nella facoltà di Medicina. È la risposta che dà Massimo Tortorella, presidente Consulcesi all’annuncio del ministro dell’Università, Maria Cristina Messa, della permanenza del numero chiuso anche per il prossimo anno. Un annuncio - si legge in una nota - che va in direzione contraria a quanto dichiarato a pochi giorni dal termine dei test, quando il ministro aveva mostrato interesse e vicinanza agli studenti esclusi e aveva ammesso la presenza di irregolarità e falle del sistema selettivo.

Al dietro front ministeriale, monta la delusione per i migliaia di studenti esclusi. “Il network legale è subissato di richieste di informazioni, in questi giorni, sulla possibilità di fare ricorso come ultima chance di entrare alla Facoltà di Medicina, la scadenza dei termini, infatti, è agli sgoccioli", commenta Tortorella.

Il sistema del numero chiuso è “un paradosso tutto italiano - sottolinea il presidente di Consulcesi - da un lato il nostro Paese vive con una carenza cronica di medici, dall’altro permane la limitazione dell’accesso alla Facoltà. Senza una soluzione congrua, e con una popolazione sempre più longeva e anziana, presto la sanità italiana si troverà ad affrontare una vera e propria emergenza di carenza medici”, conclude Tortorella.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli