Italia markets open in 2 hours 58 minutes
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.276,83
    +61,31 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1650
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    54.868,99
    +725,07 (+1,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.479,11
    +15,75 (+1,08%)
     
  • HANG SENG

    26.122,09
    +334,88 (+1,30%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     

Università, Messa: Dad non va demonizzata né esaltata ma utilizzata

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 6 ott. (askanews) - Riguardo alla didattica a distanza "dobbiamo giocarcela, così come tutti gli altri Paesi del mondo che l'hanno utilizzata. L'esperienza italiana di quest'anno e mezzo tragico ha dimostrato che, perlomeno per quanto riguarda le università, la didattica a distanza funziona. A questo punto che cosa dobbiamo fare? Dobbiamo, ovviamente, tornare in presenza perché comunque è la vita all'interno dei campus, dell'ateneo e dell'Università. Non è la stessa cosa fare un incontro online e fare un incontro di persona, chiaramente questo porta con sé la ripresa in presenza". Lo ha detto la ministra dell'Università e della ricerca, Maria Cristina Messa, intervenendo online al Made in Italy summit del Sole 24 ore.

"Ma la Dad resta uno strumento molto importante e complementare per tante funzioni - ha concluso la ministra - poi gli atenei avranno l'autonomia per poterla utilizzare come meglio credono ma, sicuramente, la possiamo usare sia per raggiungere anche persone che non riescono a spostarsi di sede o che hanno problemi di salute o che sono lavoratori. Possiamo usarla per la formazione permanente, di cui abbiamo un bisogno enorme, anche per la formazione degli insegnanti, per esempio o per la formazione internazionale, con scambi di lectures tra atenei. Quindi non va demonizzata, non va esaltata ma va utilizzata".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli