Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.911,39
    -34,19 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    14.272,51
    +19,25 (+0,14%)
     
  • Nikkei 225

    28.874,89
    -9,24 (-0,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1940
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    28.260,77
    +841,13 (+3,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    811,40
    +1,20 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    28.817,07
    +507,31 (+1,79%)
     
  • S&P 500

    4.247,69
    +1,25 (+0,03%)
     

Uno dei membri del CTS illustra il quadro sulle chiusure

·2 minuto per la lettura
Coprifuoco Ciciliano
Coprifuoco Ciciliano

È indubbio che il coprifuoco limiti la circolazione delle persone e quindi se ci sono meno persone in giro c’è meno capacità di trasmettere il virus”, a dirlo il membro del comitato tecnico scientifico Fabio Ciciliano che in un’intervista ad Adnkronos ha mostrato quali sono stati gli effetti dell’instaurazione di misure quali il coprifuoco che hanno contribuito a ridurre il contagio, grazie ad una riduzione della mobilità delle persone.

Un ruolo importante lo ricopre l’indice Rt ovvero uno dei parametri più importanti per definire le zone di rischio. Su quest’ultimo arriverebbe proprio dal CTS un importante suggerimento. L’indice Rt potrebbe essere calcolato in modo differente – annuncia Ciciliano – ovvero a partire dai “ricoveri nei reparti di degenza covid e nelle terapie intensive”.

Coprifuoco Ciciliano: “Con meno persone meno capacità di trasmettere il virus”

Proprio una buona parte dell’intervista è stata dedicata all’importanza della misura del coprifuoco in grado di influire secondo il membro del CTS sulla trasmissibilità del virus. In questo senso ha presentato in che modo potrebbe cambiare il peso di questo indice nel prossimo periodo: “Abbiamo suggerito di calcolare l’Rt sui ricoveri nei reparti di degenza covid e nelle terapie intensive per due ordini di motivi: primo perché in questa maniera i dati sarebbero più recenti e raccolti più rapidamente e secondo perché così si potrebbe valutare l’impatto della pandemia sui sistemi sanitari regionali, risentendo meno delle fluttuazioni determinate dal numero dei tamponi positivi”.

Coprifuoco Ciciliano – “I dati sono in netto miglioramento”

Ciciliano nel corso dell’intervista ha inoltre dichiarato come tutti i dati siano in significativo calo a partire dall’ultimo monitoraggio di venerdì 7 maggio dell’ISS che hanno dato un riscontro positivo: “I dati di venerdì raccontano una situazione in netto miglioramento dal punto di vista dei numeri, anche se c’è un lieve incremento dell’Rt rispetto alla settimana precedente, tutti gli altri indicatori stanno andando nella direzione sperata, soprattutto i ricoveri e i posti di terapia intensiva. Si tratta di un risultato che va attribuito anche all’impennata della campagna vaccinale, accompagnata al fatto che il caldo ha portato le persone a stare più in strada che negli ambienti chiusi”.

Coprifuoco Ciciliano – sospensione brevetti concettualmente positiva

Non ultimo Ciciliano ha dedicato una riflessione sulla sospensione dei brevetti del vaccino che può essere considerati dal punto di vista concettuale molto positiva: ‘‘Noi dovremmo fare un ragionamento che non riguardi solo il nostro Paese ma anche i Paesi più sfortunati di noi, che non hanno la capacità economica di sostenere i costi dei vaccini come riusciamo a fare noi occidentali Il discorso dei brevetti potrebbe andare in una direzione di aiuto internazionale per la gestione della pandemia”, ha dichiarato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli