Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.781,48
    +183,56 (+0,55%)
     
  • Nasdaq

    11.082,00
    +123,45 (+1,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.574,43
    -111,97 (-0,40%)
     
  • EUR/USD

    1,0564
    +0,0050 (+0,48%)
     
  • BTC-EUR

    16.285,72
    +230,52 (+1,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    405,18
    +10,49 (+2,66%)
     
  • HANG SENG

    19.450,23
    +635,41 (+3,38%)
     
  • S&P 500

    3.963,51
    +29,59 (+0,75%)
     

Uno studio rivela che le candele profumate non sono tossiche

Agf

AGI - “Quando le candele bruciano, rilasciano vari vapori e particelle nell'aria, ma la ricerca suggerisce che usarle è sicuro”, scrive il New York Times in un servizio nel quale si chiede se le candele profumate possano nuocere alla salute, specie dopo che sono apparsi alcuni articoli sulla tossicità delle candele fatte di paraffina che potrebbero addirittura causare il cancro.

La dose di paraffina contenuta nella cera è infatti “molto al di sotto di quella considerata dannosa per la salute” e secondo gli esperti non c'è alcun motivo di pensare che bruciare occasionalmente le candele sia pericoloso. Le prove tecniche dicono, appunto, hanno dimostrato che bruciare una candela di paraffina profumata in stanze di varie dimensioni, come un piccolo bagno che misura 6 x 6 x 9 piedi, o un soggiorno di 15 x 15 x 9 piedi non rilascia residui nell'aria.

I ricercatori hanno poi anche scoperto che mentre venivano prodotte alcune sostanze chimiche potenzialmente cancerogene, come il benzene e la formaldeide, i livelli più alti misurati dopo quattro ore di combustione continua erano meno della metà dei limiti raccomandati per la qualità dell'aria in uno spazio al chiuso stabiliti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. E questo anche per i bagni di dimensioni più piccole.

Tutte queste verifiche ed esperimenti fanno dire agli autori dello studio che “"in normali condizioni d'uso, le candele profumate non presentano rischi noti per la salute del consumatore". Ovvero, quando le candele bruciano rilasciano sostanze chimiche in "concentrazioni relativamente insignificanti", ha affermato Pamela Dalton, ricercatrice sulla percezione degli odori e sull'irritazione presso il Monell Chemical Senses Center di Filadelfia. Tant'è che le persone che passeggiano per una strada trafficata di una città “inalano livelli più elevati di sostanze chimiche potenzialmente tossiche solo dai gas di scarico delle auto”, ha detto la ricercatrice.

Tuttavia, la National Candle Association ha preso posizione sostenendo che se le persone vogliono ridurre al minimo la quantità di fuliggine rilasciata nell'aria, dovrebbero “bruciare le candele in aree ben ventilate”, lontane da correnti e prese d'aria, mantenere gli stoppini tagliati a circa mezzo centimetro e assicurarsi che la pozza di cera sia priva di detriti.