Italia markets open in 7 hours 59 minutes
  • Dow Jones

    27.463,19
    -222,19 (-0,80%)
     
  • Nasdaq

    11.431,35
    +72,41 (+0,64%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    -8,54 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1786
    -0,0028 (-0,24%)
     
  • BTC-EUR

    11.589,41
    +11.589,41 (+0,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    270,32
    +9,03 (+3,46%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    3.390,68
    -10,29 (-0,30%)
     

Unrae e Federauto: "autolesionismo" mancato rinnovo incentivi

Lzp
·1 minuto per la lettura

Milano, 8 ott. (askanews) - Il mancato rifinanziamento degli incentivi per lo svecchiamento del parco auto nel Dl agosto da parte del governo è una scelta che "sfiora l'autolesionismo", considerando che gli incentivi, precedenti ora quasi esauriti, hanno salvato posti di lavoro e prodotto maggiore incasso per lo Stato in termini di Iva. È quanto denunciano Unrae e Federauto che chiedono al governo di "assicurare che i fondi esauriti o in via di esaurimento vengano rifinanziati per i restanti mesi del 2020" per non disperdere i vantaggi economici ottenuti e continuare il percorso virtuoso della riduzione delle emissioni. "I dati diffusi nei giorni scorsi sulla confortante ripresa del mercato grazie agli incentivi - hanno aggiunto le Associazioni rappresentative della filiera industriale e commerciale del settore automobilistico italiano - sono la dimostrazione tangibile di quanto sia stato efficace questo strumento. Rispetto al mese di settembre dello scorso anno assistiamo, nello stesso periodo, all'immatricolazione di oltre 13.600 vetture in più (+9,5%) e ad un incremento del 47,4% di auto rottamate. Inoltre, il beneficio ambientale è palpabile: le emissioni medie di CO2 delle vetture immatricolate sono scese a livelli minimi (da 118,4 a 105,6 g/Km), circa l'11% in meno". Federauto e Unrae, infine, si dichiarano fin da subito pronte a condividere con il Governo le proprie proposte strategiche e pluriennali per sostenere il processo di decarbonizzazione in atto e accompagnare la transizione della mobilità verso le emissioni zero.