Italia Markets closed

Upb:su stato della Sanità in Italia qualche luce e molte ombre -2-

Cos

Roma, 2 dic. (askanews) - Se si guarda alla spesa a prezzi costanti, per tutti i paesi dell'Europa meridionale, Italia compresa, emerge una forma leggermente a campana, per effetto della riduzione delle risorse reali allocate alla salute di ogni cittadino negli anni della crisi, in connessione con le politiche di risanamento delle finanze pubbliche, nell'ambito delle quali è stato ampiamente coinvolto il settore sanitario; 'negli ultimi anni - fa notare il rapporto - si verifica un parziale recupero, molto limitato per l'Italia'.

Il divario nella quantità e qualità dei servizi forniti dalle singole Regioni è evidenziato da diversi indicatori. La regolazione sempre più rigida e il controllo centrale progressivamente più stringente sulla gestione dei Servizi Sanitari Regionali (Ssr) sono stati finalizzati prioritariamente, e con successo, al rientro dai disavanzi; solo con ritardo sono stati diretti a garantire il rispetto uniforme sul territorio dei livelli essenziali di assistenza (Lea), rimanendo a tal fine meno efficaci. La capacità di riorientare i servizi verso assetti più moderni e di riorganizzarli non è stata peraltro uniforme sul territorio. Di conseguenza le Regioni sottoposte a piano di rientro presentano, oltre agli squilibri economici, elevata mobilità passiva e livelli delle prestazioni non soddisfacenti.

(Segue)