Italia markets closed
  • FTSE MIB

    19.285,41
    +208,46 (+1,09%)
     
  • Dow Jones

    28.335,57
    -28,09 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.548,28
    +42,28 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    23.516,59
    +42,32 (+0,18%)
     
  • Petrolio

    39,78
    -0,86 (-2,12%)
     
  • BTC-EUR

    10.927,00
    +55,27 (+0,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,05
    -1,40 (-0,54%)
     
  • Oro

    1.903,40
    -1,20 (-0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1868
    +0,0042 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.465,39
    +11,90 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,65 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.198,86
    +27,45 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,9096
    +0,0063 (+0,69%)
     
  • EUR/CHF

    1,0723
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,5567
    +0,0044 (+0,28%)
     

Usa 2020, Trump cala nei sondaggi per cattiva gestione Covid-19 -2-

Fco
·1 minuto per la lettura

Roma, 18 set. (askanews) - In tutti e tre gli stati, i candidati al Senato democratico sono davanti ai repubblicani in carica di cinque punti percentuali o poco più. La senatrice Susan Collins del Maine, repubblicana in cerca di un quinto mandato, ha una sfida difficile contro Sara Gideon: è in svantaggio di cinque punti con gli elettori che hanno emesso un verdetto schiacciante sull'amministrazione Trump. Con una differenza di 25 punti percentuali - 60 per cento contro 35 per cento - hanno detto di fidarsi maggiormente di Biden rispetto a Trump sulla questione della pandemia. Il sondaggio, condotto tra i probabili elettori, suggerisce che i parlamentari repubblicani più a rischio non sono riusciti a convincere molti elettori a essere considerati in termini più favorevoli rispetto al leader del loro partito, che resta in grave pericolo politico con meno di 50 giorni che restano nella campagna elettorale. I democratici sembrano ben posizionati per ottenere diversi seggi al Senato e la maggior parte degli elettori afferma che preferirebbe vedere la Casa Bianca e il Senato controllati dallo stesso partito. Ma non è ancora chiaro se i democratici siano sulla buona strada per ottenere una netta maggioranza.