Italia Markets close in 7 hrs 45 mins

Usa, autorità comunicazioni approva fusione tra T-Mobile e Sprint

A24/Pca

New York, 6 nov. (askanews) - La Federal Communications Commission (Fcc) statunitense ha approvato la fusione da oltre 26 miliardi di dollari tra T-Mobile e Sprint, la terza e quarta compagnia telefonica degli Stati Uniti, affermando che servirà ad "aumentare la competizione" e ad "accelerare" lo sviluppo della tecnologia 5G. La commissione si è divisa tra repubblicani (tre, favorevoli) e democratici (due, contrari). Secondo i contrari all'operazione, si creerà un triumvirato nel settore telefonico che "farà aumentare i prezzi, dividerà il mercato e farà crescere la competizione solo per gli utenti più facoltosi". Da anni, le due società cercano di fondersi per competere con At&T e Verizon.

La fusione era già stata approvata dal dipartimento di Giustizia statunitense. T-Mobile e Sprint hanno oltre 80 milioni di clienti negli Stati Uniti, contro i circa 100 milioni di AT&T, il primo operatore del Paese. Per ottenere il via libera, le due società hanno ceduto parti delle loro attività all'operatore di Tv satellitare Dish Network, creando le basi per un quarto operatore di telefonia mobile. La fusione potrebbe ancora essere bloccata dalle cause legali intentate da 13 Stati, che credono che l'accordo possa danneggiare i consumatori.