Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.590,36
    +455,37 (+1,56%)
     
  • Nasdaq

    10.999,71
    +170,21 (+1,57%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9699
    +0,0101 (+1,06%)
     
  • BTC-EUR

    20.183,62
    -238,12 (-1,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    446,20
    +17,42 (+4,06%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.707,90
    +60,61 (+1,66%)
     

Usa, crescita occupazione supera previsioni; disoccupazione cala al 3,5%

Offerte di lavoro pubblicizzate in negozi di Cambridge, Massachusetts

WASHINGTON (Reuters) - I datori di lavoro statunitensi hanno assunto molti più lavoratori del previsto nel mese di luglio, con il tasso di disoccupazione sceso al minimo pre-pandemico del 3,5% fornendo una solida prova che l'economia non è in recessione.

Il mese scorso le buste paga non agricole sono aumentate di 528.000 posti di lavoro.

Lo ha comunicato il dipartimento del Lavoro nel rapporto sull'occupazione. I dati di giugno sono stati rivisti al rialzo per indicare 398.000 posti di lavoro creati invece dei 372.000 precedentemente riportati.

Si è trattato del 19° mese consecutivo di crescita dell'occupazione. Il tasso di disoccupazione si è attestato al 3,6% a giugno.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un aumento delle buste paga di 250.000 posti di lavoro e un tasso di disoccupazione stabile al 3,6%. Le stime variavano da un minimo di 75.000 a un massimo di 325.000 posti di lavoro.

Il rapporto sull'occupazione ha delineato il quadro di un'economia abbastanza solida, che avanza nonostante i trimestri di contrazione del Pil. La domanda di lavoro è diminuita nei settori sensibili ai tassi d'interesse, come l'edilizia e il commercio al dettaglio, ma le compagnie aeree e i ristoranti non riescono a trovare abbastanza lavoratori.

(Tradotto da Romolo Tosiani, editing Stefano Bernabei)