Italia markets open in 5 hours 52 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.558,62
    +225,10 (+0,79%)
     
  • EUR/USD

    1,1426
    +0,0016 (+0,14%)
     
  • BTC-EUR

    37.008,50
    -887,34 (-2,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.017,14
    -8,59 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    24.343,56
    +125,53 (+0,52%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

USA: focus sul mercato del lavoro

·2 minuto per la lettura

Le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale hanno iniziato a correggere dai massimi storici o di periodo. A tenere banco sui mercati in questa ultima parte dell’anno sono pochi elementi di rilievo, in primo luogo la continua crescita dei contagi causati dalla variante Omicron del Covid-19, che sta portando diversi Paesi del blocco europeo a registrare record assoluti di infetti dall’inizio della pandemia e i Governi a pensare a nuove misure restrittive. Nel suo bollettino epidemiologico settimanale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito questo nuovo ceppo come a rischio molto alto, con il virus che ha una capacità di raddoppiare in due o tre giorni. La corsa del virus non sembra spaventare il petrolio, con i corsi che di recente hanno aggiornato i massimi mensili. I dati sulle scorte di greggio USA hanno infatti mostrato una flessione di 3,1 milioni di barili. Restando nel mercato delle commodity, è positivo evidenziare il ribasso del gas naturale europeo, che ha originato la peggior serie di ribassi da più di un anno. I motivi sono da attribuire all’arrivo di navi cargo nel Vecchio Continente, ma anche grazie ad un clima più mite. Per diversi esperti tuttavia, la problematica dell’Eurozona relativa a questa commodity non sparirà nel prossimo anno, in quanto si manterranno elevate le tensioni con geopolitiche, in particolare con la Russia. Sul fronte macroeconomico invece, saranno da tenere sott’occhio le misurazioni sul mercato del lavoro statunitense con le richieste di sussidi di disoccupazione dell’ultima settimana.

I MARKET MOVER

Anche nella giornata di oggi gli investitori saranno concentrati sulle rilevazioni in arrivo dagli Stati Uniti. Nello specifico, il focus sarà relativo alle richieste di sussidi di disoccupazione dell’ultima settimana e ai PMI di Chicago (dicembre). Si terranno poi le aste di titoli di Stato americani a 4 e 8 settimane.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli