Usa, governo fa causa a Standard & Poor's per frode

Washington (Usa), 5 feb. (LaPresse/AP) - Il governo degli Stati Uniti ha fatto causa all'agenzia di rating Standard & Poor's per frode, per avere fatto valutazioni troppo alte su titoli legati a mutui ipotecari, alla base della crisi del 2008. Nei documenti presentati oggi, il governo Usa afferma che S&P sviò gli investitori dichiarando che i rating emessi fossero oggettivi e "non influenzati da alcun conflitto di interessi". Il desiderio di S&P di fare soldi e di guadagnare quote di mercato, prosegue il governo, spinse la compagnia a ignorare i rischi posti dagli investimenti fatti fra il settembre 2004 e l'ottobre 2007. La frode ipotizzata da Washington rese possibile vendere gli investimenti alle banche, il che diffuse la crisi. Il governo ha fatto le sue accuse a S&P ai sensi di una legge che si stabilisce che le banche debbano investire in modo sicuro. S&P nega ogni accusa.

Azioni in evidenza

  • Riflettori su Piazza Affari
    Riflettori su Piazza Affari
    NomePrezzoVar.% Var.
    0,000,00%
    FNC.MI
    12,16-0,28-2,25%
    UCG.MI
    2,076-0,048-2,26%
    ISP.MI
    15,080,000,00%
    BMPS.MI
    0,758-0,013-1,69%
    TIT.MI
    14,30-0,11-0,76%
    ENI.MI
    4,00+0,03+0,65%
    ENEL.MI
    3,842-0,052-1,34%
    MS.MI
    0,000,00%
    F.MI

Titoli caldi

  •  
    Ultime quotazioni consultate
    Nome Prezzo Variazione Var. %Grafico 
    I codici visualizzati più di recente compaiono automaticamente in questo spazio usando questo campo ricerca:
    È necessario abilitare i cookie del browser per visualizzare le ultime quotazioni.
  • Notizie sulle quotazioni recenti

    •  
      Accedi per visualizzare le quotazioni nei tuoi portafogli.