Italia markets open in 3 hours 28 minutes
  • Dow Jones

    29.225,61
    -458,13 (-1,54%)
     
  • Nasdaq

    10.737,51
    -314,13 (-2,84%)
     
  • Nikkei 225

    25.979,75
    -442,30 (-1,67%)
     
  • EUR/USD

    0,9802
    -0,0017 (-0,18%)
     
  • BTC-EUR

    19.793,82
    -200,33 (-1,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    443,32
    -2,66 (-0,60%)
     
  • HANG SENG

    17.166,44
    +0,57 (+0,00%)
     
  • S&P 500

    3.640,47
    -78,57 (-2,11%)
     

Usa, indice prezzi al consumo invariato a luglio, sotto attese

Una persona mentre fa la spesa in un supermercato di Manhattan, con l'inflazione che incide sui prezzi al consumo, New York City

(Reuters) - I prezzi al consumo negli Stati Uniti non sono aumentati a luglio a causa del forte calo del costo della benzina, offrendo il primo segnale di sollievo ai cittadini americani che hanno visto crescere l'inflazione negli ultimi due anni.

L'indice dei prezzi al consumo (Cpi) è rimasto invariato il mese scorso dopo l'aumento dell'1,3% di giugno, secondo l'atteso rapporto del dipartimento del Lavoro che ha comunque mostrato che le pressioni inflazionistiche di fondo rimangono elevate, mentre la Federal Reserve valuta se procedere a un nuovo consistente rialzo dei tassi di interesse a settembre.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un aumento dello 0,2% dell'indice dei prezzi al consumo mensile a luglio, sulla scia di un calo di circa il 20% del costo della benzina. I prezzi alla pompa hanno subito un'impennata nella prima metà di quest'anno a causa della guerra in Ucraina, raggiungendo una media record di oltre 5 dollari al gallone a metà giugno, secondo l'associazione di automobilisti Aaa.

Nei 12 mesi fino a luglio, l'indice dei prezzi al consumo è aumentato dell'8,5%, meno del previsto, dopo un incremento del 9,1% a giugno. Anche le pressioni dell'inflazione sottostante, che escludono le componenti volatili di cibo ed energia, hanno mostrato alcuni segnali incoraggianti.

Il cosiddetto Cpi core è aumentato dello 0,3% a luglio dopo essere salito dello 0,7% a giugno, ma è cresciuto del 5,9% nei 12 mesi fino a luglio, allo stesso ritmo di giugno.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)