Italia markets close in 1 hour
  • FTSE MIB

    24.519,02
    -199,79 (-0,81%)
     
  • Dow Jones

    34.160,79
    -186,24 (-0,54%)
     
  • Nasdaq

    11.140,11
    -86,25 (-0,77%)
     
  • Nikkei 225

    28.162,83
    -120,20 (-0,42%)
     
  • Petrolio

    75,85
    -0,43 (-0,56%)
     
  • BTC-EUR

    15.527,57
    -486,39 (-3,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    378,05
    -2,24 (-0,59%)
     
  • Oro

    1.748,90
    -5,10 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,0417
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    3.996,69
    -29,43 (-0,73%)
     
  • HANG SENG

    17.297,94
    -275,64 (-1,57%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.945,57
    -16,84 (-0,42%)
     
  • EUR/GBP

    0,8645
    +0,0050 (+0,58%)
     
  • EUR/CHF

    0,9838
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,3997
    +0,0091 (+0,65%)
     

Usa, inflazione cresce meno del previsto a ottobre

Banconote in dollari degli Stati Uniti d'America al Museo della Finanza americana di New York

WASHINGTON (Reuters) - I prezzi al consumo negli Stati Uniti sono aumentati meno del previsto a ottobre e l'inflazione 'core' sembra aver raggiunto il picco, cosa che consentirebbe alla Federal Reserve di rallentare il ritmo dei rialzi dei tassi di interesse.

L'indice dei prezzi al consumo è aumentato dello 0,4% il mese scorso, lo stesso incremento di settembre, secondo i dati del Dipartimento del Lavoro.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un aumento dello 0,6%.

Su base annua i prezzi sono cresciuti del 7,7% dopo un rialzo dell'8,2% a settembre. È la prima volta da febbraio che l'aumento annuale dei prezzi al consumo è inferiore all'8%.

L'inflazione annua ha raggiunto un picco del 9,1% a giugno, il maggiore incremento dal novembre 1981, ma ora sta rallentando, poiché i grandi aumenti dell'anno scorso sono stati eliminati dal calcolo.

La scorsa settimana, la Fed ha approvato il quarto rialzo consecutivo dei tassi di 75 punti base e ha detto che la lotta per riportare l'inflazione al 2%, obiettivo della banca centrale statunitense, richiederà un ulteriore aumento dei costi di finanziamento.

Tuttavia, la Fed ha anche segnalato che potrebbe essere vicino un punto di svolta in quello che è diventato il ciclo di rialzi dei tassi più veloce dagli anni '80.

L'inflazione 'core' è aumentata del 6,3% su base annua, dopo un aumento del 6,6% a settembre.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)