Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    35.019,62
    +1.904,07 (+5,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.812,50
    -18,70 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1872
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8534
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0739
    -0,0026 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4790
    +0,0001 (+0,00%)
     

Usa, inflazione mette a segno maggior incremento in 13 anni

·2 minuto per la lettura
Bandiera degli Stati Uniti a Orlando,

di Lucia Mutikani

WASHINGTON (Reuters) - A giugno i prezzi al consumo negli Usa hanno registrato il maggior rialzo in 13 anni, in un contesto di limitazioni alle forniture e di un continuo rimbalzo dei prezzi dei servizi legali ai viaggi dai livelli negativi innescati dalla pandemia, mentre prende slancio la ripresa economica.

L'indice dei prezzi al consumo è salito dello 0,9% lo scorso mese, incremento maggiore dal giugno 2008, dopo aver registrato un +0,6% a maggio. I prezzi di auto e camion usati sono avanzati del 10,5%. Si tratta del maggior aumento dal gennaio 1953, quando il governo ha avviato le rilevazioni. La scarsa disponibilità di semicondutori in tutto il mondo ha intaccato la produzione di veicoli. Auto e camion usati hanno contribuito più delle altre voci al balzo dell'inflazione negli ultimi mesi.

Ma i prezzi sono in aumento in tutti settori dell'economia. Le vaccinazioni contro il Covid-19, i bassi tassi di interesse e i circa 6.000 miliardi di sussidi totali da parte del governo da quando a marzo 2020 è scoppiata la pandemia stanno incrementando la domanda, mettendo sotto pressione le filiere e facendo lievitare i prezzi in tutta l'economia.

I consumatori hanno pagato di più anche per cibo, benzina, affitti e vestiario lo scorso mese. Nei 12 mesi terminati a giugno l'indice Cpi è balzato del 5,4%. Si tratta del maggior incremento da agosto 2008 e ha fatto seguito al +5,0% di maggio.

Escludendo le componenti volatili di cibo ed energia il Cpi è aumentato dello 0,9% dopo il rialzo dello 0,7% a marzo. La cosiddetta inflazione "core" è balzata del 4,5% su anno, crescita più ampia da novembre 1991, dopo il +3,8% di maggio.

Gli economisti interpellati da Reuters avevano previsto una crescita dello 0,5% dell'indice dei prezzi al consumo e che l'inflazione "core" avrebbe portato a segno un +0,4%.

Wall Street ha aperto in territorio negativo. Il dollaro è in rialzo contro un paniere di valute. I prezzi del Treasury Usa sono in calo.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli