Italia markets close in 6 hours 10 minutes
  • FTSE MIB

    22.106,34
    +17,98 (+0,08%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,63
    +0,36 (+0,69%)
     
  • BTC-EUR

    27.109,29
    -380,43 (-1,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    666,76
    -10,14 (-1,50%)
     
  • Oro

    1.855,30
    -0,90 (-0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    -0,0025 (-0,21%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.598,91
    -3,50 (-0,10%)
     
  • EUR/GBP

    0,8881
    -0,0011 (-0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,0777
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,5441
    -0,0057 (-0,37%)
     

USA: Non-Farm Payrolls sotto la lente

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

A dispetto delle ultime vicende avvenute a Washington non si ferma la corsa dei mercati, con gli indici di Borsa S&P 500, Dow Jones e NASDAQ 100 che hanno messo a segno nuovi massimi storici spinti soprattutto dal recupero dei titoli tecnologici. Guardando al Vecchio Continente invece è da segnalare come il DAX tedesco sia riuscito a toccare per la prima volta nella storia i 14.000 punti. Il rialzo dei listini rimane guidato dal risultato dei ballottaggi in Georgia, che hanno visto vincitore il fronte Democratico aprendo le porte a maggiori stimoli fiscali negli Stati Uniti. Nella sua campagna elettorale, Joe Biden aveva infatti promesso che in caso di vittoria dei democratici avrebbe dato immediatamente il via libera ad un assegno di aiuti da 2.000 dollari. Mentre il Congresso ha certificato il trionfo di Joe Biden alle elezioni, Donald Trump ha assicurato una pacifica transizione dei poteri. Nel frattempo, nell’ultima settimana i dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione a stelle e strisce hanno sorpreso le attese degli analisti attestandosi a 787mila unità. Ad essere oltre le attese è stato anche l’indice ISM non manifatturiero di dicembre a 57,2 punti. Sul fronte dell’occupazione statunitense oggi le attenzioni degli operatori saranno catalizzate dalla pubblicazione dei Non-Farm Payrolls di dicembre, in agenda alle ore 14:30. Guardando alle materie prime continua a rimanere tonico anche il petrolio, a dispetto della progressione del contagio da Covid-19. A dar forza all’oro nero oltre ai tagli varati dall’Arabia Saudita sono gli ultimi dati sulle scorte di greggio USA, che hanno evidenziato una flessione di circa 8 milioni di barili.

I MARKET MOVER

Durante la mattinata gli investitori saranno concentrati sul Belpaese. Per l’economia italiana sarà infatti reso noto il dato sulla disoccupazione relativo al mese di novembre, che potrebbe aver registrato l’ennesimo aumento raggiungendo il 10,2% dal 9,8% precedente. Le attenzioni saranno poi rivolte interamente negli Stati Uniti, in particolare sul mercato del lavoro. Alle ore 14:30 sono attesi le Non-Farm Payrolls di dicembre. Insieme al dato delle buste paga non agricole, alla stessa ora si attendono anche le rilevazioni del tasso di disoccupazione (stime al 6,6%) e del salario orariomedio (previsto al +0,1%).relativi sempre al mese di dicembre.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online