Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.088,36
    -340,57 (-1,52%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,03 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    +12,15 (+0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.631,45
    -125,41 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    51,98
    -1,15 (-2,16%)
     
  • BTC-EUR

    27.094,00
    +532,85 (+2,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,44
    +41,45 (+6,79%)
     
  • Oro

    1.855,50
    -10,40 (-0,56%)
     
  • EUR/USD

    1,2174
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    29.447,85
    -479,91 (-1,60%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.602,41
    -15,94 (-0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8893
    +0,0034 (+0,39%)
     
  • EUR/CHF

    1,0771
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,5494
    +0,0119 (+0,77%)
     

Usa: ordini beni durevoli -2% a novembre. Non basta fine sciopero GM, crollo settore difesa (oltre -72%)

Laura Naka Antonelli

Nel mese di novembre il dato relativo agli ordini dei beni durevoli degli Stati Uniti è sceso del 2%, riportando la flessione più forte degli ultimi sei mesi, ovvero dallo scorso maggio. Gli economisti avevano previsto una ripresa dell'1%, come risultato della fine dello sciopero dei dipendenti di General Motors. L'indicatore di ottobre, tra l'altro, è stato rivisto al ribasso dal +0,5% inizialmente riportato a una crescita limitata al +0,2%. Tornando a novembre, il dato ha fatto i conti con la domanda più debole arrivata dal comparto della difesa. Gli ordinativi per gli aerei e componenti del settore difesa sono scivolati infatti del 72,7% nel mese. Escludendo la componente del settore, gli ordini ai beni durevoli sono cresciuti dello 0,8%. Gli ordini del settore trasporti sono scesi del 5,9%, mentre quelli di auto e componenti auto sono saliti dell'1,9%. Esclusa la componente dei trasporti gli ordini sono stati piatti.