Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    34.200,65
    +904,94 (+2,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.792,30
    -2,70 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Usa, per Biden "aumento dei prezzi è ancora troppo alto"

·1 minuto per la lettura
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden fotografato attraverso una porta di vetro nello Studio Ovale

(Reuters) - Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ammesso che la sua amministrazione ha molto lavoro da fare per frenare l'aumento dei prezzi ancora troppo alto, anche se ha detto che sono stati compiuti progressi nel rallentamento del tasso di crescita.

La dichiarazione è stata rilasciata dalla Casa Bianca dopo che i prezzi al consumo negli Stati Uniti sono cresciuti notevolmente a dicembre, registrando il più grande aumento annuale dell'inflazione in quasi quattro decenni.

"Stiamo facendo progressi nel rallentare il tasso di aumento dei prezzi. Allo stesso tempo, questi dati sottolineano che abbiamo ancora molto lavoro da fare, con un aumento dei prezzi ancora troppo alto che sta pesando sui budget familiari", ha detto Biden.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli