Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.852,99
    -1.245,84 (-4,60%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,04 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,57 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.751,62
    -747,66 (-2,53%)
     
  • Petrolio

    68,15
    -10,24 (-13,06%)
     
  • BTC-EUR

    47.885,31
    -4.735,03 (-9,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.365,60
    -89,82 (-6,17%)
     
  • Oro

    1.785,50
    +1,20 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,1320
    +0,0108 (+0,96%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    24.080,52
    -659,64 (-2,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,58
    -203,66 (-4,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,8488
    +0,0076 (+0,91%)
     
  • EUR/CHF

    1,0440
    -0,0043 (-0,41%)
     
  • EUR/CAD

    1,4471
    +0,0296 (+2,09%)
     

Usa, report ADP: a ottobre creati 571.000 nuovi posti di lavoro, molto più delle attese

·1 minuto per la lettura

Nel mese di ottobre, il settore privato degli Stati Uniti ha creato 571.000 nuovi posti di lavoro. E' quanto emerge dal report occupazionale stilato dalla società ADP. Il numero delle buste paga è stato decisamente più alto rispetto alle 395.000 unità stimate dagli analisti di Dow Jones e si è attestato al record dal mese di giugno. Nel mese di settembre erano stati creati 523.000 nuovi posti di lavoro nel settore privato (dato rivisto al ribasso). I settori che hanno assistito alla maggior crescita dell'occupazione sono stati quelli alberghiero e del tempo libero. Qui le buste paga sono salite di 185.000 unità. Il numero degli occupati di questa categoria rimane tuttavia ben inferiore al livello precedente l'esplosione della pandemia Covid-19, nel 2020. Dopodomani sarà reso noto il report occupazionale Usa di ottobre: gli economisti prevedono una crescita delle payrolls escluso il settore agricolo pari a +450.000 unità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli