Italia markets closed

##Usa sperano contagi Cina ma Trump attacca: chi conosce loro dati? -2-

Voz

Roma, 27 mar. (askanews) - E con la sua consueta baldanza, il presidente Usa ha anche lanciato messaggi di incoraggiamento sulla tempisitica del ritorno a una situazione quantomeno più normale. "Dobbiamo tornare al lavoro, la nostra gente vuole tornare al lavoro. Ci impegneremo su questo, la prossima settimana avremo molte più informazioni ma dobbiamo ripartire", ha detto.

Ma, forse memore delle recenti polemiche sulle sottovalutazioni anche negli Usa del rischio su questo morbo, subito dopo ha messo le mani avanti: "Un sacco di gente fraintende cosa intenda io quando dico tornare al lavoro", ovviamente si procederà per gradi e con cautela, ha aggiunto: "ci terremo a distanza, ci laveremo le mani, limiteremo la socialità ma torneremo a lavorare e penso che accadrà piuttosto velocemente. Il mondo è in guerra con un nemico che si nasconde - ha poi detto su Twitter -. Vinceremo!".

Intanto il numero di contagiati totali nel mondo ha superato le 530 mila persone, con oltre 24 mila decessi.