Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.955,75
    -1.069,71 (-2,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Usa, stimolo fiscale extra fa balzare vendite al dettaglio gennaio

·1 minuto per la lettura
Bandiera degli Stati Uniti al Campidoglio Washington

WASHINGTON, (Reuters) - Le vendite al dettaglio Usa rimbalzano drasticamente a gennaio dopo che le famiglie hanno ricevuto ulteriori stimoli da parte del governo, segnalando una ripresa nell'attività economica dopo i rallentamenti della fine dello scorso anno.

L'aumento delle vendite riportato dal ministero del Commercio riguarda tutti i settori, e pone fine a tre mesi consecutivi di calo. Altri dati mostrano l'arrivo di pressioni inflazionistiche per le imprese, con i prezzi alla produzione che registrano il più alto aumento da gennaio 2009.

Le vendite al dettaglio hanno registrato un aumento destagionalizzato del 5,3% il mese scorso, secondo i dati del ministero del Commercio. Il dato di dicembre è stato rivisto al ribasso, con le vendite in calo dell'1% invece del -0,7% precedentemente riportato. Alcuni economisti interpellati da Reuters avevano previsto un aumento delle vendite dell'1,1% per gennaio.

Le vendite al dettaglio sono aumentate del 7,4% rispetto a un anno prima. A gennaio le vendite sono state trainate dal settore automobilistico, con le entrate dei concessionari che hanno accelerato del 3,1% dopo una crescita del 2% a dicembre. Le vendite dei negozi di vestiti sono balzate del 5%.

I consumatori hanno anche speso di più in ristoranti e bar, che hanno incrementato le entrate del 6,9%. Le vendite di ristoranti e bar, comunque, sono in calo del 16,6% rispetto a gennaio 2020.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)