Italia Markets close in 1 hr 29 mins

Usa, Trump: dollaro troppo forte, la colpa è della Fed

A24/Spa

New York, 8 ago. (askanews) - Il presidente americano, Donald Trump, è tornato a lamentarsi della Federal Reserve, dando alla banca centrale Usa la colpa di un dollaro forte. In una serie di tweet, il leader Usa ha scritto: "In quanto vostro presidente, si potrebbe pensare che sono felice del fatto che il nostro dollaro sia forte. Non lo sono! L'alto livello dei tassi di interesse, rispetto ad altri paesi, sta spingendo in alto il dollaro, rendendo difficile ai nostri grandiosi gruppi manifatturieri come Caterpillar, Boeing e John Deere, ai nostri produttori di auto e altri, di competere in un campo da gioco equo".

Trump ha aggiunto: "Con tagli notevoli dei tassi ([visto che] non c'è inflazione) e senza strette monetarie, il dollaro permetterebbe alle nostre aziende di vincere in qualsiasi competizione. Abbiamo le aziende migliori al mondo, nessuna è lontanamente paragonabile, ma sfortunatamente non si può dire la stessa cosa della Federal Reserve. Ha fatto mosse sbagliate ogni volta e stiamo ancora vincendo. Potete immaginare cosa succederebbe se invece facesse le cose giuste?".