Italia markets close in 6 hours 20 minutes
  • FTSE MIB

    22.093,32
    +4,96 (+0,02%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,66
    +0,39 (+0,75%)
     
  • BTC-EUR

    27.213,09
    -276,64 (-1,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    669,15
    -7,75 (-1,14%)
     
  • Oro

    1.855,00
    -1,20 (-0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    -0,0025 (-0,21%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.600,04
    -2,37 (-0,07%)
     
  • EUR/GBP

    0,8882
    -0,0010 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0775
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,5442
    -0,0056 (-0,36%)
     

Usa, ulteriore aumento richieste sussidi disoccupazione

·1 minuto per la lettura
Persone in fila davanti al Kentucky Career Center a Frankfort

WASHINGTON (Reuters) - Il numero dei cittadini statunitensi che ha fatto richiesta del sussidio di disoccupazione la scorsa settimana è aumentato a sorpresa, con il continuo incremento dei casi di Covid-19 che affossa l'attività delle aziende, in un ulteriore segnale che la ripresa dell'economia resta incerta.

Le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione nella settimana conclusasi il 12 dicembre ammontavano a un totale destagionalizzato di 885.000 unità, contro le 862.000 richieste registrate la settimana precedente, secondo i dati pubblicati dal dipartimento del Lavoro Usa. Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto per la scorsa settimana un totale di 800.000 richieste.

Le cifre sono superiori al picco di 665.000 unità raggiunto nel corso della Grande recessione degli anni 2007-2009, sebbene restino al di sotto del record di 6,867 milioni registrato a marzo.

Le richieste settimanali di indennità di disoccupazione, il dato più puntuale sullo stato di salute dell'economia, seguono la pubblicazione dei dati sulle vendite al dettaglio di ieri, che hanno mostrato una flessione per il secondo mese consecutivo a novembre.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)