Italia Markets closed

V.Visco: modesta patrimoniale? Una soluzione per riformare fisco

Red/Rar

Milano, 2 dic. (askanews) - "L'introduzione di una modesta imposta patrimoniale potrebbe essere una soluzione per riformare il sistema fiscale italiano". E' la proposta dell'economista Vincenzo Visco, ex ministro delle Finanze, oggi al convegno dell'Università Cattolica dal titolo "Redesigning the Italian Tax System. Il sistema fiscale italiano: verso una nuova architettura", promosso dall'Associazione per lo Sviluppo degli Studi di Banca e Borsa e dal Laboratorio di Analisi Monetaria. "Questa imposta patrimoniale dovrebbe sostituire tutti i prelievi che oggi esistono sui redditi da capitale e che andrebbero dunque aboliti. Questo perché uno dei problemi principali del nostro sistema fiscale è che mentre i redditi da lavoro sono tassati più o meno pienamente i redditi da capitale sono tassati poco e male".

Pertanto, ha continuato Visco, "prendiamone atto: aboliamo l'imposta sui redditi da capitale e la sostituiamo con questo modesto prelievo patrimoniale che in ogni caso si paga col reddito non col patrimonio". "Bisogna - ha spiegato - raddrizzare le curve dell'Irpef e non appiattirle. Limitare l'Irpef ai redditi da lavoro e mettere questa imposta sul patrimonio in sostituzione delle imposte sui redditi da capitale. Ma la cosa più importante è che dobbiamo provare a individuare diverse forme di finanziamento del welfare visto che i redditi da lavoro si stanno riducendo: oggi sono al 47% del Pil contro il 65% degli anni Ottanta, quasi venti punti in meno, per cui diventa impossibile finanziare con i soli contributi sul lavoro pensioni e sanità».

"Oggi - ha concluso Visco - la soluzione attuale penalizza soprattutto le classi meno abbienti perché tutti pagano un'aliquota del 26% anche su un deposito di poche migliaia di euro. Invece, con l'imposta sul patrimonio chi ha poco sarebbe esentato mentre gli altri pagherebbero in progressione".