Italia markets close in 4 hours 46 minutes
  • FTSE MIB

    24.602,83
    +74,14 (+0,30%)
     
  • Dow Jones

    34.035,99
    +305,10 (+0,90%)
     
  • Nasdaq

    14.038,76
    +180,92 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,50
    +0,04 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    50.524,69
    -2.220,33 (-4,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.344,92
    -36,03 (-2,61%)
     
  • Oro

    1.775,90
    +9,10 (+0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,1989
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    4.170,42
    +45,76 (+1,11%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.014,80
    +21,37 (+0,54%)
     
  • EUR/GBP

    0,8691
    +0,0008 (+0,09%)
     
  • EUR/CHF

    1,1009
    -0,0024 (-0,22%)
     
  • EUR/CAD

    1,4988
    -0,0022 (-0,15%)
     

"Vaccinate prima lei": 91enne cede la sua dose di vaccino alla madre di un disabile

Ilaria Betti
·.
·2 minuto per la lettura
(Photo: Getty Images)
(Photo: Getty Images)

“Vaccinate prima lei, è una mamma con un bambino disabile, lei davvero non può ammalarsi, e non può permettersi di portare il virus in casa”: con queste parole un 91enne si sarebbe rivolto ai sanitari per chiedere di cedere la propria dose di vaccino ad una madre di un disabile.

La vicenda accaduta a Massa è stata riportata da La Nazione e segue l’appello lanciato nei giorni scorsi dalla stessa donna, Cinzia, che chiedeva che anche i familiari delle persone fragili avessero una priorità nella vaccinazione anti Covid. La donna ha infatti spiegato che nonostante il figlio, 22 anni e affetto da una grave disabilità, sia stato chiamato dal centro Anffass che frequenta a Massa per essere sottoposto a vaccinazione, hanno deciso di rifiutarla perché “la vaccinazione potrebbe essere pericolosa” per il giovane. “In uno scenario come questo il vaccino per noi genitori che lo assistiamo potrebbe essere una soluzione alle nostre paure – le parole della mamma di Mattia in un accorato appello – e come noi anche altre famiglie vivono la nostra stessa ansia. Mattia vive in una bolla al riparo da ogni possibile contagio”.

A rispondere all’appello il 91enne: l’anziano ha appuntamento dal medico curante di famiglia per la vaccinazione il prossimo giovedì e vorrebbe lasciare il suo posto rinviando a un altro momento il suo turno per vaccinarsi. “Ho la prenotazione per giovedì. Non so ancora l’orario. Ma di una cosa sono certo: voglio che a vaccinarsi sia lei. Ho avuto una vita lunga e una famiglia numerosa. Il vaccino credo sia più utile a Cinzia che a me”, le parole che l’uomo ha affidato al quotidiano LaNazione.

Non è ancora chiaro se l’atto di generosità dell’uomo riceverà il via libera dell’autorità sanitaria. Come scrive La Nazione, “bisognerà aspettare m...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.