Italia markets open in 1 hour 35 minutes
  • Dow Jones

    34.168,09
    -129,61 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.170,30
    -841,03 (-3,11%)
     
  • EUR/USD

    1,1223
    -0,0021 (-0,19%)
     
  • BTC-EUR

    32.077,22
    -1.774,14 (-5,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    818,96
    -36,85 (-4,31%)
     
  • HANG SENG

    23.673,16
    -616,74 (-2,54%)
     
  • S&P 500

    4.349,93
    -6,52 (-0,15%)
     

Vaccino 5-11 anni, Locatelli: "E' sicuro, regalo Natale per bambini"

·1 minuto per la lettura

''I vaccini per i bambini della fascia 5-11 anni sono sicuri. Il 16 dicembre si inizia a vaccinare. Credo sia un bel regalo di Natale per i bambini". Il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico, si esprime così a Che tempo che fa in vista dell'inizio della vaccinazione contro il covid per i bambini. Ci saranno "percorsi dedicati all'interno degli hub vaccinali soprattutto per i più piccoli che vanno rassicurati" e per la prenotazione ci sarà un sistema "simile a quella degli adulti, sarà fondamentale il coinvolgimento di pediatri e famiglie".

"I vaccini in età pediatrica hanno riscontri assolutamente positivi per quanto riguarda i profili di sicurezza. Non ci sono segnali di allerta. Sono stati sufficientemente testati? Assolutamente sì. Vaccinare i bambini, voglio sottolineare da pediatra, è prioritario per la loro salute. La fascia tra 6 e 11 anni è quella in cui c’è maggior crescita di contagi", dice Locatelli. "I bambini vanno vaccinati anche per tutelare la loro presenza a scuola, la didattica in presenza è fondamentale. La maggior parte degli effetti collaterali sono riassumibili nel dolore al braccio per poche ore e un po’ di febbre. I casi di miocardite sono ancor più rari rispetto a quelli degli adolescenti che pure si risolvevano spontaneamente", aggiunge.

"Il nostro paese ha scelto sin dall’inizio il percorso della vaccinazione facoltativa contando molto sulla persuasione e anche per la fascia pediatrica bisognerà svolgere questo lavoro. Tra i 12 e i 19 anni siamo al 75% di soggetti che hanno ricevuto almeno una dose: il paese ha dimostrato di essere sensibile alla questione", afferma ancora.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli