Italia markets close in 8 hours 27 minutes
  • FTSE MIB

    19.085,95
    -396,18 (-2,03%)
     
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,97 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • Petrolio

    40,02
    -0,01 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    10.819,25
    +1.489,84 (+15,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    257,04
    +12,15 (+4,96%)
     
  • Oro

    1.920,10
    -9,40 (-0,49%)
     
  • EUR/USD

    1,1850
    -0,0017 (-0,14%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.810,69
    +56,27 (+0,23%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.180,70
    -47,17 (-1,46%)
     
  • EUR/GBP

    0,9021
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CHF

    1,0735
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,5591
    +0,0011 (+0,07%)
     

Vaccino anti-Covid, Burioni: "Abbiamo una data. Forza!"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

La casa farmaceutica Pfizer prevede di chiedere l'autorizzazione per il suo vaccino anti-Covid all'agenzia americana Fda nella terza settimana di novembre. E' quanto rende noto l'amministratore delegato, Albert Bourla, in una lettera pubblicata sul sito internet della società e rilanciata dal professor Roberto Burioni.

Il tweet di Burioni

"Abbiamo una data. Albert Bourla, amministratore delegato di Pfizer, scrive che se tutto andrà bene presenterà una richiesta per una autorizzazione di emergenza del vaccino contro Covid 19 nella terza settimana di novembre 2020. Forza!", scrive su Twitter il virologo.

Gli step

Il ceo del colosso farmaceutico americano, che sta sviluppando il vaccino insieme alla società tedesca BioNTech, ha spiegato che entro la fine di questo mese il comitato di scienziati indipendenti che deve valutare i risultati dei test potrà comunicare se il trattamento sia efficace, per quello che è comunque solo il primo dei tre step necessari. Il secondo è la sicurezza: al di là dell'efficacia il farmaco non deve presentare il rischio di effetti collaterali tali da renderlo inutilizzabile. Infine, ha spiegato Bourla, "dobbiamo dimostrare che il vaccino può essere costantemente prodotto secondo i più elevati standard di qualità". Solo alla fine si potrà fare richiesta di esamina alla Food and Drug Administration.

GUARDA ANCHE: Il vaccino cinese è sicuro