Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.174,74
    -13,64 (-0,04%)
     
  • Nasdaq

    13.515,54
    +58,30 (+0,43%)
     
  • Nikkei 225

    28.756,86
    +233,60 (+0,82%)
     
  • EUR/USD

    1,2155
    +0,0040 (+0,33%)
     
  • BTC-EUR

    26.001,13
    -2.849,53 (-9,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    625,65
    -54,25 (-7,98%)
     
  • HANG SENG

    29.927,76
    -34,71 (-0,12%)
     
  • S&P 500

    3.852,26
    +0,41 (+0,01%)
     

Vaccino covid, Locatelli: "Uno sembrerebbe impedire contagi"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Il tipo di immunità conferita dal vaccino contro il Covid-19 in arrivo "è ancora da definire con i dati dei prossimi mesi. Dalle informazioni disponibili dei press release, e non da studi scientifici sottoposti a revisione, almeno uno dei vaccini sembrerebbe conferire immunità sterilizzante", evitare cioè il contagio e dunque la trasmissione del virus. Lo ha affermato Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css), in conferenza stampa al ministero della Salute sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale Covid.

I vaccini, spiega Locatelli in generale, "sono in grado di conferire immunità da malattia o immunità sterilizzante. Nel primo caso, il vaccinato è protetto e non sviluppa manifestazioni gravi di Covid-19 come l'insufficienza respiratoria che è quello che poi lo porta in terapia intensiva. Nel secondo caso il vaccinato non si contagia se esposto al virus e dunque non è in grado di contagiare. Questo tipo di immunità è senz'altro più utile per abrogare la circolazione virale, ma anche l'altro risultato è comunque assai apprezzabile".