Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.548,53
    +318,19 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.632,84
    +50,42 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    29.331,37
    +518,77 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,2069
    +0,0059 (+0,49%)
     
  • BTC-EUR

    46.414,61
    -1.024,69 (-2,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.454,35
    -17,06 (-1,16%)
     
  • HANG SENG

    28.637,46
    +219,46 (+0,77%)
     
  • S&P 500

    4.201,62
    +34,03 (+0,82%)
     

Un miliardo di dollari al mese. Il vaccino Covid è un affarone per Pfizer

Claudio Paudice
·Giornalista, L'HuffPost
·2 minuto per la lettura
Pfizer (Photo: Getty/HP)
Pfizer (Photo: Getty/HP)

Più di un miliardo di dollari al mese soprattutto grazie al vaccino contro il Covid, un fatturato di tre miliardi e mezzo solo nel primo trimestre. Ricavi in marcato aumento, lauti dividendi ma soprattutto previsioni ancora più rosee: sono numeri da capogiro quelli diffusi da Pfizer dopo i primi tre mesi del 2021, l’anno del vaccino contro il Covid.

La multinazionale ha migliorato la guidance per il 2021 e ora si attende ricavi compresi in una forchetta tra 70,5 e 72,5 miliardi di dollari nell’anno (tra i 3,55 e 3,65 dollari per azione). La precedente previsione, invece, vedeva ricavi compresi intorno ai 60 miliardi di dollari. Ma basta guardare i conti e le stime appena diffuse per capire che il 2021 sarà un anno da ricordare per la multinazionale statunitense: nel primo trimestre del 2021 i ricavi sono stati di 14,58 miliardi di dollari, in netto aumento dai 10,08 miliardi dell’anno scorso. Il risultato è anche migliore delle stime e, com’è ovvio, è largamente riconducibile alla commercializzazione del vaccino contro il Covid sviluppato insieme alla tedesca BioNTech. I ricavi derivanti esclusivamente dal farmaco BNT162b2 sono pari a 3,5 miliardi di dollari tra gennaio e marzo. Senza la voce vaccini l’incremento dei ricavi è ″solo″ dell′8%. Per finire: l’utile netto tra gennaio e marzo è stato di 4,877 miliardi rispetto ai 3,5 di un anno fa.

I mesi a venire non saranno da meno visto che la casa farmaceutica statunitense prevede vendite nel 2021 per 26 miliardi di dollari riferite solo al vaccino, in aumento rispetto alla sua precedente previsione di circa 15 miliardi, quasi il doppio. L’obiettivo è di somministrare 1,6 miliardi di dosi di vaccino contro il Covid. Per avere un’idea basti pensare che secondo i dati aggiornati al 3 maggio risultano essere 430 milioni le dosi già consegnate a 91 Paesi e territori sparsi...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.