Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.968,84
    -112,29 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,18 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,54 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • Petrolio

    73,95
    +0,65 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    36.174,73
    +674,13 (+1,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.067,20
    -35,86 (-3,25%)
     
  • Oro

    1.750,60
    +0,80 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1718
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.192,16
    -318,82 (-1,30%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,51
    -36,41 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    -0,0017 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    -0,0028 (-0,19%)
     

Vacondio: alimentare settore da record, difendere made in Italy

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 ago. (askanews) - "Dopo un anno difficile persino per un settore anticiclico com'è quello alimentare, la nostra industria sta tornando a correre, registrando a fine 2021 numeri da record": lo ha detto Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare, aprendo il convegno inaugurale di Cibus "Agroalimentare, nuovi modelli e prospettive per la crescita".

"Per questa ragione, non possiamo certo essere spaventati dalle nuove sfide, pur consapevoli delle difficoltà che esse possono comportare: mi riferisco alle nuove esigenze dei consumatori - ha spiegato Vacondio - sempre più digitali e sempre più attenti al territorio, all'aumento delle materie prime e fino all'annosa questione dei consumi interni stagnanti. Tutti temi urgenti che l'industria alimentare è pronta ad affrontare con ottimismo, certa di quello che è capace di fare" ha affermato Vacondio.

"Se oggi possiamo affrontare il futuro con questo atteggiamento è perché abbiamo avuto la conferma della strategicità del settore e della sua forza. Una forza che è dovuta soprattutto alle eccellenze che produciamo, al know how delle nostre aziende e al nostro modello alimentare. Per questa ragione - ha continuato Vacondio - non possiamo fare un passo indietro sulle battaglie che mettono in discussione la salubrità del nostro food&beverage e la sostenibilità della nostra dieta mediterranea. Mi riferisco alla questione del Nutriscore, ma anche ai sistemi alimentari che mirano a uniformare tutte le diete verso un modello molto lontano dal nostro. La verità è che il nostro food conquista fette di mercato sempre maggiori e questo può essere scomodo per molti Paesi, ma ci dimostra che stiamo andando nella giusta direzione", ha concluso il presidente di Federalimentare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli