Italia markets closed
  • Dow Jones

    28.308,79
    +113,37 (+0,40%)
     
  • Nasdaq

    11.516,49
    +37,61 (+0,33%)
     
  • Nikkei 225

    23.567,04
    -104,09 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1829
    +0,0056 (+0,47%)
     
  • BTC-EUR

    10.057,20
    +661,73 (+7,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    239,18
    +0,26 (+0,11%)
     
  • HANG SENG

    24.569,54
    +27,28 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    3.443,12
    +16,20 (+0,47%)
     

Valore di Bitcoin legato a S&P 500 ed elezioni USA – Analisi

Fabio Carbone
·3 minuti per la lettura

Non un buon momento per il prezzo di bitcoin influenzato dai mercati finanziari tradizionali e di riflesso dalle fibrillazioni che scuotono i mercati finanziari mondiali.

Nonostante Trump dica che va tutto bene, la realtà negli USA dice tutta un’altra cosa. Se guardiamo a New York, ad esempio, non ci sono turisti, i teatri sono chiusi, l’apertura delle scuole è stata rinviata una seconda volta, i ristoranti e i pub non hanno ancora riaperto e lo faranno presto con forti limitazioni (25% delle presenze).

Situazione critica anche in Europa, dove Boris Johnson ha scongiurato per ora il lockdown totale, ma ha imposto limitazioni alle attività ricreative, con i pub e i ristoranti che dovranno chiudere alle ore 22.00 per i prossimi 6 mesi!

Tutto ciò trascina al ribasso i mercati azionari, con l’aggiunta negli USA delle imminenti elezioni presidenziali che creano una situazione di forte incertezza.

S&P 500, le elezioni e il valore di bitcoin

Solitamente lo S&P 500 a settembre, nell’anno delle elezioni presidenziali, non è mai brillante ed infatti lo sta dimostrando anche in questa occasione.

L’incertezza delle presidenziali si accompagna a quella della ripresa dell’economia al tempo della pandemia di covid-19. Ed ecco che lunedì 21 settembre sui mercati mondiali si è verificato una fase di vendita importante che ha inciso anche sul valore di bitcoin portandolo sotto i 10.500 USD.

Valore di bitcoin cosa attendersi nelle prossime settimane?

Il bitcoin si lega sempre di più alle turbolenze dei mercati finanziari tradizionali, ma resta pur sempre legato ai metalli preziosi come l’oro e l’argento e i due metalli preziosi in questi giorni subiscono perdite importanti: gli investitori viaggiano un po’ scomposti.

 

Potrebbe interessarti: Finanza Comportamentale, guida e nozioni utili per nervi saldi in mercati in tempesta.

 

Il prezzo dell’argento è crollato del -5,16% nelle ultime 24 ore, mentre per quanto riguarda il prezzo dell’oro è più contenuta la perdita (-1,53%) ma tanto è bastato a riportare il metallo prezioso sotto i 1.900 USD.

Cosa ci si può attendere dal prezzo del bitcoin nelle prossime settimane? Lo vedremo salire o scendere?

Secondo alcuni analisti di società di crypto exchange contattati da Coindesk, le prossime 6 settimane saranno abbastanza critiche per il mercato delle criptovalute. Bisogna attendersi una situazione di instabilità che potrebbe portare le quotazioni di BTC ancora una volta sotto i 10.000 USD, come avvenuto a inizio settembre.

Bitcoiner, occhio al prezzo del dollaro USA

I trader appassionati della prima criptovaluta, dovranno tenere d’occhio anche il prezzo del dollaro e in particolare dovranno controllare l’andamento dello US dollar index (DXY).

Se il dollaro dovesse abbandonare il suo periodo di consolidamento degli ultimi due mesi, si verificheranno vendite costanti che impatteranno anche sul bitcoin.

Da luglio il DXY è rimasto tra i 92 e i 94 punti, ma il suo valore sembra voler tornare verso l’alto e questo comportamento potrebbe avere un peso per il valore di bitcoin.

L’autunno di bitcoin

Nervi saldi quindi, stiamo entrando in una fase movimentata per la finanza nel suo complesso. Se nella tarda primavera e durante l’estate i mercati ne hanno approfittato per “pompare” un po’ i titoli e ricuperare quanto perso tra febbraio e marzo, ora si ritorna un po’ alla realtà dell’economia reale che ha le casse particolarmente vuote.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: